Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

domenica 31 maggio 2009

Serietà innanzitutto

Riassunto delle puntate precedenti.
Ridge-Berlusconi viene taggato alla festa della ritardata.
Sembra sia l'ennesima vaccata delle sue, che pensa bene di cazzeggiare con dei liceali invece di fare il suo lavoro, niente di nuovo e sconvolgente. Ma non finisce qui.
Esce fuori che non si è imbucato alla festa di una sconosciuta ma che, con la ritardata in questione, c'era un'amicizia che andava avanti da un po'. I comunisti travisano la realtà e ingannano l'ingenua Bridget-Veronica, che chiede il divorzio.
Thorne-Dario Franceschini si intromette nella storia e fa arrabbiare Brooke-Bondi che si smerda davanti alla platea di Ballarò in una scena che meriterebbe l'Oscar, se fosse scritta in un film. Franceschini se ne esce anche con la frase fareste educare i figli da Berlusconi? Prabilmente plagiata dall'espressione americana che venne usata contro Nixon comprereste una macchina usata da quest'uomo? La seconda espressione è anche migliore della prima e io ce lo vedrei bene Berlusconi a rifilare bidoni da due soldi alla gente. Ma purtroppo siamo in tempi di crisi e se solo Franceschini si azzardava a parlare di comprare macchine usate, invece che dalle case di produzione italiane, la FIAT se lo inculava a secco. Quindi, siccome poi gli italiani tengono molto alla famiglia, l'ha messa così. E ha scatenato i figli di Berlusconi, che vantano una superiorità morale che tutti invidiano a loro (ma forse la gente prova più invidia per il loro soldi).
E ora il colpo di scena.
Dopo le foto che ritraggono Berlusconi a un gnocca party imbarazzante, ecco che si intromette la Santanchè, difendendo la privacy del premier e facendo un commento da far gridare un OOOOOOOOHHHHH a tutti gli italiani che stanno seguendo questa squallida telenovela: è Veronica Lario quella che ha un amante e la Santanchè fa anche nome e cognome.
Francamente la cosa non mi stupisce, anzi, mi fa piacere che la Lario si dia data da fare, del resto chi non lo farebbe con un marito così impegnato?
La cosa che mi stupisce è che questa rivelazione la fa la Santanchè, una donna che di sicuro non è una santa, anzi, si è guadagnata da vivere sposando un uomo più ricco di lei, tradendolo e fottendosi i suoi soldi, quindi di certo ci sta bene in questa storia di troiette, cornuti e mariti infedeli.
A cosa serve il suo intervento?
Insomma, facciamo finta che la Lario tradisse Berlusconi da più di un anno.
Lui che fa?
Non divorzia, come farebbe giustamente una persona normale (certo, il divorzio costa tanti soldi, che vanno quasi sempre alla moglie, ma lui se lo può anche permettere!) continua a stare con lui.
Ma per vendicarsi la fa ingelosire frequentando donne più giovani di lei.
Cazzo, molto maturo!
Fra l'altro, non è un po' incoerente gridare alla violazione della privacy come fa la Santanchè per le foto delle feste di Berlusconi e poi fare nome e cognome dell'amante di sua moglie?
Ma specialmente: perchè se ne esce proprio ora?
Domanda retorica, chiedo scusa: siamo sotto elezioni!
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.