Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

lunedì 31 agosto 2009

L'era glaciale 3

E in attesa di Inglorious basterds vediamoci un po' di roba soft.
L'era glaciale 3 è probabilmente il più divertente episodio della serie fin'ora. E anche quello che spara più fesserie, fra anacronismi, licenze poetiche e altre sparate. Certo, magari è un po' esagerato fare il pignolo su un cartone, ma i ragazzini di oggi sono già abbastanza ignoranti senza bisogno di confondergli ulteriormente le idee. Almeno, ai tempi suoi il primo cartone de La valle incantata ci azzeccava in qualcosa.
Veniamo alla storia.
L'elefante Manfred e compagna apettano un figlio e il padre è molto preoccupato per come crescerà e la tigre inizia ad attraversare una mezza crisi di terza età. Fondamentalmente tutta l'avventura parte perchè quello scemo di Sid il bradipo si mette nei guai e tutti appresso a cercare di salvarlo.
Nonostante questo sia un pretesto un po' fiacco per far partire una trama abbastanza lineare, va detto che scorre che è una meraviglia e che, come ho detto prima, fa molto ridere grazie a numerose gag e nonsense. Se non fosse per la saga dello scoiattolo scemo e della sua strafottutissima ghianda, devo dire che avrei abbandonato questa serie da quel dì. In conclusione: molto meglio del primo e forse un poco meglio del secondo (perchè più divertente anche se con una trama meno articolata).

Voto 7/10
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

sabato 29 agosto 2009

Domande difficili

Non ci riesco.
Nonostante questa ridicola commedia sia strapiena di ridicoli personaggi, non riesco a dare ragione nemmeno a uno di loro. E non perchè sono come uno dell'UDC, che non si schiera fino a quando non sarà certo di chi vincerà (anche perchè so che alla fine vince Berlusconi, come sempre), ma perchè fanno tutti schifo per la loro idiozia o ipocrisia. Eppure ho trascorso una bella estate, perchè non riesco ad essere neanche un pochino indulgente con qualcuno, anche se così schifoso? Niente da fare.
Riassunto delle puntate precedenti.
La Repubblica stila un elenco di 10 domande alle quale Berlschino dovrebbe rispondere.
Silvio ha una crisi isterica e vuole fare causa alla Repubblica per non aver rispettato la sua vita privata.
E ovviamnente non risponde alle domande.
Il nostro mr. Magoo dalle mani in pasta non capisce che, quando sei un personaggio pubblico, tutti vogliono sapere i cazzi tuoi. Se vedo una telecamera nel mio cesso posso anche incazzarmi, ma io ne ho il diritto, sono una persona normale e non un presidente del consiglio che è, per l'appunto, un personaggio pubblico.
Possiamo anche dire che questo voyeurismo per i personaggi pubblici sia uno schifo, ma dovremmo estendere la cosa ad attori, calciatori, veline e cantanti, non limitare la cosa solo al Presidente del Consiglio.
Però ragazzi - odio ammetterlo - a parte alcune domande lecite perchè indagano su un eventuale rapporto con la ritardata allora minorenne e una probabile azione di nepotismo, non ci sono domande concretamente utili; la maggiorparte di queste domande è veramente - come dice Silviotto - una palese (e inutile) violazione della privacy.
Perchè, diciamolo, da quando la Lario e Berlusconi hanno iniziato ad avere aperti scazzi coniugali, la Repubblica ha deciso di diventare una giornale di merda da gossip. Certo, lo scazzo in questione non è fra due personi inutili come Fabrizio Corona e compagna, è lo scazzo fra il Presidente del Consiglio e la moglie. Ma gossip rimane, se decidi di mettere in prima pagina una cosa inutile come questa, hai venduto la dignità giornalistica.
Stupida o meno che sia la politica editoriale della Repubblica, sempre patetici sono le reazioni dei giornali di Destra. La prima mossa è stata quella di andare a pescare la testimonanza di una vecchia rincoglionita che accuserebbe il direttore di Repubblica Ezio Mauro di averle pagato in nero l'appartamento. 8 anni fa. E non stiamo parlando nemmeno di una vecchia che finirà in mezzo alla strada, perchè se vendi un attico a Parioli non sei uno di quelli che mangiano la spazzatura.
Secondo contrattacco.
Siccome il direttore de L'Avvenire don Boffo ultimamente si sveglia dalla parte sinistra del letto, è stato attaccato dal Giornale perchè coinvolto in un'informativa giudiziaria che lo vede coinvolto in una storia di adulterio e per di più omosessuale.
10 euro che fa parte di un piano coordinato da don Silvio, il quale però si dissocia dagli articoli del Giornali in quanto rispetta la vita privata. Mavaffanculo!
Ovviamente la sinistra che non sa fare a meno di queste cagate perverse, si è buttata a manifestare la sua solidarietà a don Boffo.

Tutto questo potrebbe essere risolto in qualche passo che ci risparmierebbe tante polmiche e tanti speciali di Bruno Vespa.
1) Fottersene di quello che scrivono Libero e il Giornale perchè sono dei giornali di merda, che non vaglono niente e sono letti da idioti. Repubblica sarà pure calato ultimamente, ma rispetto a loro sta alto un chilometro
2) Lasciare don Boffo nelle mani dei suoi detrattori. Non perchè sia omosessuale, ma perchè fa parte di quei clerical-bandierina che oggi dice due cosette contro il Governo, ma che fra qualche mese avrà di nuovo fatto il salto della quaglia. Se l'Opposizione difende uno schifoso simile si indebolisce e come ringraziamento riceverà solo altre legnate.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

giovedì 20 agosto 2009

Inutili notizie

La concentrazione di notizie inutili di questo periodo ha raggiunto il massimo livello. Non c'è nemmeno bisogno di guardare Studio Aperto per trovare cagate, ora anche i TG teoricamente veri le sparano a raffica.
Forse causa dell'imbecillità di queste notizie è il forte caldo che ci ottunde la mente, notizia che ovviamente è stata diffusa da tutti i Telegiornali. Meno male che alla tele hanno detto che fa un caldo della madonna, e io che pensavo di avere le vampate!
Ma più prbabilmente, questo concentrato di inutilità serve a farci dimenticare una cosa grave, ovvero che i prof di religione potranno avere voce in capitolo nelle valutazioni, senza rispettare quanto detto dal Tar del Lazio, che li escludeva (altra notizia passata in sordina).
- La prima perla che mi viene in mente è il grande scoop sulla tragedia dello scontro aereo del fiume Hudson. Il controllore di volo a cui era affidato il controllo dei velivoli in quel momento stava parlando con la fidanzata su come fare grigliate di gatti. La PETA ha proposto la sedia elettrica per l'uomo. I giornalisti italiani, scocciati dal fatto che non stesse facendo una telefonata erotica (fa più ascolti) giù a condannarlo. Insomma, è possibile che un cittadino onesto lavoratore non possa amabilmente discorrere su come cucinare il proprio animale domestico? I gattini magari non potranno competere con la cronaca nera condita con risvolti sessuali, ma non sono disprezzati da noi italiani, specie se poi sono coinvolti in una tragedia.
- Per compensare la mancanza di gnocca della notizia di prima è stata messi in campo la nuova sexy zoccola di turno, che si dice infatuata del nostro bellissimo presidente. I soldi non contano, nooooo!
- Scandalo a Berlino per l'atleta degli 800 metri femminili presunto uomo. Non capisco perchè debbano controllare le cartelle cliniche di una tizia quando basta calargli le mutande. Luxuria si propone di fugare il dubbio. L'italiana arrivata allo sfigato sento posto secondo me è un uomo. Fair-Play.

Morale della favola?
Grazie a queste ultime tre sensazionali notizie gli alunni delle scuole italiane dovranno affidarsi anche giudizio di persone che, invece di trovarsi un lavoro vero, hanno deciso di insegnare religione nell'ormai vituperata scuola italiana.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

sabato 15 agosto 2009

Rivoluzionari strafatti

Oggi è l'anniversario del concerto di Woodstock.
Certo, se dovessi barattare Woodstock con un concerto di Vasco Rossi o con la lunga serie di cantanti che ingolfano il triste panorama musicale italiano e non, sceglierei Woodstock e ci metterei anche la firma. Col sangue.
Ma di sicuro, sto' mito di Woodstock mi ha veramente rotto i coglioni!
Musicalmente si può anche fare, ma cosa cambia Woodstock nella storia mondiale?
Niente, a dispetto di quello che vogliono farci credere.
Decine e decine di migliaia di persone che, invece di lavorare, studiare o fare qualcosa di utile, hanno deciso di andare a scopare e a drogarsi all'aria aperta a suon di musica. Questo non si chiama cambiare il mondo. 1 milione di persone ferme in una radura sotto effetto di alcool e droga non cambiano il mondo. Al massimo fertilizzano il terreno se nessuno si è preso la briga di costruire dei cessi. Avessero l'onestà di dire che se sono andati lì è stato per divertirsi, non per il loro impegno sociale. E tutte quelle vaccate sul pace e amore e fate l'amore non fate la guerra, non solo sono delle minchiate (il mondo è pieno di idioti per i quali la violenza dovrebbe essere un obbligo), ma mi convincono poco se consideriamo una cosa: mentre la maggiorparte degli hippies in quei giorni boccheggiava cagate sulla non violenza, gli adepti di Charles Manson (hippies anche loro) ammazzavano la gente per fare notizia.
Ma anche se gli adepti de The Family si potessero considerare un'eccezione che conferma la regola nel movimento degli hippies, sono ugualmente dell'idea che un hippie è un uomo inutile.
Vorrei proprio vederli ora gli hippie di quel periodo, gente che ormai ha almeno 60, gente che o continua a drogarsi e dimostra quindi di non essere cresciuto, oppure gente che magari ora ha cambiato idea e vota repubblicano.
È grazie a loro se un buzzurro di destra, quando fa il suo comizio, va a dirmi che la gente di sinistra è gente che non lavora e che si fa le canne.
Tutto merito di Woodstock.
È colpa dei sessantottini se ora c'è questo stereotipo del cazzo - ampiamente rafforzato dai comportamenti di alcuni idioti che votano sinistra - è colpa di quei sessantottini che non perdono occasione per rinfacciare a quelli della mia generazione quanto siano fichi loro e quanto hanno cambiato il mondo.
Ora il mondo fa veramente schifo, lo sapete?
Grazie ragazzi!
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

giovedì 13 agosto 2009

Notizie inutili estive

Mentre passavo i primi d'agosto in campagna studiando, leggendo e drogandomi di sciroppo alla tosse mi capitava di gettare un' occhiata ai vari TG alla tele. E anche a qualche servizio di Studio Aperto. Credo che sia stata stabilita una nuova regola nell'informazione in televisione: più la notizia è inutile, maggiore è la frequenza con la quale è trasmessa
- La vincita del Superenalotto continua a salire. Chissenefrega!
- Credo di aver visto almeno 10 volte il servizio dei morti in un incidente aereo sul fiume Hudson.
9 morti, di cui 5 italiani. Dimostrando così per l'ennesima volta che gli italiani sono stupidi perchè solo un cretino, con tutti i rischi che ci sono a volare su aerei ed elicotteri turistici, paga (probabilmente tanto) per fare un giro su un elicottero quando una città la puoi benissimo visitare a piedi. Il fatto che questi 5 fossero italiani ha permesso che questa notizia fosse nella prima pagina di qualsiasi telegiornale, facendoci dimenticare che 5 è più piccolo di 100 e che il buon senso imporrebbe che è più importante la notizia di 100 morti a Taiwan per un alluvione piuttosto che quella di 5 tizi morti stupidamente. Ovviamente la ghiotta notizia ha risvegliato la brama giornalistica. Un ragazzo è morto nell'incidente e già il giorno dopo avevano rintracciato il suo allenatore di pallacanestro per intervistarlo.
Hanno chiamato i marines per dragare il fiume e recuperare i corpi e, indovinate un po', hanno tirato su dei cadaveri. Colpo di scena!

Molto probabilmente le notize veramente importanti saranno presto dimenticate e saranno approfondire molto meno degli eroici sforzi dei marines per tirare su un cadavere o delle interviste allo sfigato che si gioca la paghetta per la lotteria.
Le notizie importanti che mi vengono in mente sono 2, una buona e una cattiva.
- La buona è che il TAR del Lazio ha escluso i professori di religione dagli scrutini.
- La cattiva è l'inculata delle gabbie salariali . Berlusconi nega il suo zerbinaggio nei confronti della Lega. Paragoni con il New Deal di Roosevelt hanno lo stesso suono di un calcio nelle palle della storia.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.