Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

lunedì 28 giugno 2010

Sei proprio una mozzarella

I leghisti si credono dei gran burloni, ma specialmente credono di essere tanto coraggiosi nel mostrare un aperto disprezzo verso tutto ciò che non sia autenticamente padano.
Li abbiamo visti con le loro provocazioni nei confronti delle comunità musulmane e ora sono arrivati addirittura a gufare la nazionale, l'unico argomento sul quale gli italiani sono in grado di fare quadrato e reagire in maniera agguerrita.
Ma a conti fatti dimostrano di non essere per niente coraggiosi nè originali con queste prese di posizione. I musulmani sono una minoranza in Italia e, in un paese tendenzialmente fascista come il nostro, i leghisti non sono gli unici ritardati ad attaccarli; probabilmente anche qualche tesserato del PD la pensa come loro senza ammetterlo.
Per quanto riguarda gufare la nazionale è un altro falso problema porsi scrupoli sul rischio di perdere elettori.
La Lega non perde voti con simili posizioni, la Lega punta sui ritardati e sono rari i casi in cui un ritardato ridiventa intelligente, al massimo se nel 2008 ha votato Lega nel 2010 voterà PdL.
Sempre la stessa merda.

Come ogni pallemosce di Destra, i leghisti non aspettano altro che uno dei loro innumerevoli nemici faccia un passo falso ed era inevitabile che qualcuno di loro decidesse di stuzzicare venditori e distributori di mozzarelle, specie dopo lo scandalo delle mozzarelle blu (comunque di provenienza tedesca).
Ora Maroni se ne esce con la storia della mozzarella longobarda, tanto per infierire.
Inutile dire che distributori e produttori partono con le polemiche e alzano gli scudi, polemizzando e contropolemizzando, facendo facce indignate e gridando lo scandalo.
Nessuno pensa di dire che Maroni è un ritardato.
O almeno un ignorante.
Perchè, diciamolo, Maroni se non un idiota è quantomento un ignorante colossale (come tutti i leghisti del resto) e con questa uscita ha fatto un bel passo falso, perchè non ci vuole niente a smanscherare un ignorante di questo genere.
Purtroppo non mi risulta che gli imprenditori della mozzarella siano estremamente colti, magari il più ignorante di loro è più colto di Maroni, ma non basta a renderli in grado di ribattere in maniera intelligente a una simile cazzata.
Invece sarebbe semplice, basta anche ricordarsi qualcosa del liceo e rispolverare una banale pagina di wikipedia. E vorrei ricordare che non esiste una sola teoria sulla loro provenienza bensì molte e quando uno spaccia una sola delle tante teorie come se fosse l'unica solo perchè ha letto qualcosa su Wikipedia è comunque un ignorante. Ma facciamo finta che quello che vediamo su wiki sia l'unica verità. Qualsiasi ignorante è in grado di leggere (anche di scrivere su!) wikipedia.
Chiunque le dia un occhiata vedrà che i longobardi si sono stanziati al nord Italia (e se è per quello anche brevemente in sud Italia).
Ma non provengono da lì, sono una popolazione che è venuta in Italia solo nel VI secolo e proveniva dal nord Europa.
Non sono padani.
E, fino a prova contraria, quando una popolazione da X si sposta a Y, si dice che ha compiuto una parola che sta molto antipatica ai leghisti: si chiama migrazione.
E si dà anche il caso che la migrazione dei longobardi non è iniziata con un paio di tizi che lavavano i vetri e rubavano il lavoro ai bizantini, ma con una vera e propria invasione militare.
Quindi Maroni, se avesse detto questa cosa in presenza di uno che sa qualcosa di storia più di lui avrebbe fatto una maestosa figura di merda, perchè si sarebbe trovato a un imbarazzante quesito.
Ci stai quindi dicendo che:
  • La mozzarella padana non è padana perchè inventato da un popolo che non è originario della Padania
  • Anche se fosse vero che i longobardi sono padani dovresti quantomeno ammettere che voi padani in passato eravate immigrati al pari dei vari albanegro-rumeni che odiate tanto

Che cosa ci vuole a dire una cosa simile a un coglione simile? Perchè nessuno pensa di colpire il punto più debole di Maroni, dei leghisti o di qualsiasi tesserato di destra, ovvero la profonda e imbarazzante ignoranza?

A proposito.
Muore Pietro Taricone: incredibile cosa siano disposti a fare gli ex GF pur di apparire sui giornali.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

giovedì 24 giugno 2010

Ripeto che l'Italia non vincerà questi mondiali, gli italiani sono talmente idioti che ne darebbero il merito a Berlusconi se lui fosse così faccia di culo da prendersene il merito.
Oltretutto siamo anche partiti abbastanza maluccio.
Tuttavia devo anche dire che il gufare della Lega mi infastidisce, dimostrando che l'idiozia di Bossi è tale da fargli credere di poter attaccare una delle poche cose per le quali l'italiano è disposto a spendere energie e interesse: il calcio.
Dunque speriamo di fare almeno il culo alla Slovacchia che, come i leghisti ci hanno ricordato, è un paese che ha voluto fare la secessione come vogliono loro. Dimenticando che dopo la secessione è diventato un paese di merda.
Dunque, speriamo di fare il culo alla Slovacchia.
Ma niente tifo fino alla finale eh?

Domenica 27 giugno, ore 22.11
NOTA POST-INCULATA: grande, siamo fuori! Mi rode l'idea che Bossi sia felice, ma c'è qualcosa di buono: non dovremo più sentire il suono dei vuvuzela e di quella cagata di Waka Waka!

martedì 22 giugno 2010

Gli esami non finiscono mai

Solitamente non me ne fotterei della vita del liceo tantomeno della vita degli studenti che lo affollano, dato che ogni anno diventano più coatti, ignoranti, noiosi e idioti, ma è inevitabile e necessario dedicarci un po' di tempo ogni tanto.
Udite udite, sono uscite le tracce della prima prova.
Fanno cacare.
Come sempre del resto, con qualche anno che fa eccezione perchè c'è almeno una traccia su 4 decente.
Ma passiamo alle tracce in questione.
- Nel filone scientifico (LOL), con l'alibi di aver tirato in ballo Kant e Hawkings, si pone l'originalissima questione. Esistono gli UFO? Ma almeno lo pagate qualche diritto d'autore a Voyager o a Focus per aver tirato fuori una traccia così tristemente banale?
- Per quanto riguarda la politica tirano fuori come tema i giovani e loro ruolo in politica.
Certo, seduciamo i ggiovani d'oggi illudendoli di poter contare qualcosa in politica e di poter impedire che i vecchi di ora ce lo mettano nel culo. Quando quando questi ggiovani saranno settantenni con carriere ridicole e nessuna possibilità di entrare in pensione ricorderanno con nostalgia le sveltine in bagno e quel bel tema pieno di cazzate che hanno scritto alla maturità
- La ricerca della felicità. Sono inutili le manifestazioni di gioia di Zamagni, felice (per l'appunto!) che qualcuno abbia preso in considerazione la sua teoria. Tanto la maggiorparte dei temi citerà il film di Muccino e a lui non se lo filerà neanche un istante.
- Piaceri e piaceri. Il tema preferito degli emo
- Tema sulla musica. Ah certo, possiamo citarli tutti, da Aristotele a Kurt Cobain, da Mozart a Tonino Carotone. Ma che cazzo di senso ha fare un tema sulla musica in un liceo classico, dove non esiste nemmeno una materia destinata alla musica?
Dulcis in fundo, l'analisi di un testo di Primo Levi e il giorno del ricordo delle Foibe.
Qualcuno si è chiesto perchè ho accostato un autore come Levi alle Foibe?
Spero che qualcuno si sia accorto di questo (voluto) accostamento forzato, perchè se qualcuno l'ha notato, vuol dire cha ha ancora un po' di materia cerebrale non erosa definitivamente.
Ci sono riusciti.
Questo è il primo anno in cui vengono menzionate le Foibe in un esame di Stato.
In più vengono menzionate come traccia d'esame insieme a una traccia d'esame che menziona Levi, inevitabilmente collegato al massacro della Shoa.
Questo fa parte del loro piano, fare in modo che il massacro di 6 milioni di ebrei possa essere messo sullo stesso piano di una quantità infinitamente minore di morti italiani, ma più importanti perchè italiani, perdipiù ammazzati da (INDOVINATE UN PO'???) comunisti.
Se continuiamo di questo passo fra un anno il massacro degli ebrei e delle Foibe apparirà nella stessa traccia di quello degli ebrei.
E l'anno dopo chissà, magari non appare manco più sul calendario il giorno della memoria!

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

venerdì 18 giugno 2010

The road

È già noto che impazzisco per film a sfondo apocalittico per la mia ben nota misantropia e, dopo aver perso l'intrigante ( am a quanto pare assai chiacchierato) Codice Genesi dovevo per forza vedere almeno questo.
Ho saputo da chi ha letto il romanzo originale che il film è discretamente fedele al libro, anche se il finale è leggermente diverso e più stupido nel film.
La Terra ha subito una catastrofe per la quale le forme di vita animali e vegetali sono state estirpate, i pochi uomini sopravvissuti sono in gran parte dediti al cannibalismo mentre la terra muore lentamente con un costante calo delle temperature e saltuarie scosse telluriche.
Non viene spiegato il perchè di questo disastro, si sa solo che l'umanità muore lentamente e diventa sempre più bestiale e disperata.
In questo mondo sempre più senza colori e violento sembra che l'unico modo di agire sia diventare parte della violenza abbrutita che lo caratterizza o togliersi la vita.
Ma il protagonista del film, un Viggo Mortensen bravo, tosto e scheletrico per le deprivazioni all'inverosimile che vive il suo personaggio non ci sta. Lui non vuole prendere nessuna di queste scelte: vuole continuare a vivere, ma senza diventare una bestia.
E mentre chiunque avrebbe rifiutato di far nascere un figlio e accudirlo in un simile mondo, lui decide di farlo nascere e di proteggerlo. Anche se si tratta di un figlio che è un vero e proprio peso, inetto, lamentoso e scocciatore.
Il figlio rappresenta la speranza, la possibilità che il padre vede per un futuro che è molto difficile da vedere, un futuro che vede un'umanità sopravvivere al tracollo senza dover diventare selvaggia e amorale.
Molto belle le ambientazioni del film, che mostrano lande desolate e spente, belle anche le riprese, abbastanza ben fatte da far sembrare quasi reali e enormemente coinvolgenti le scene di azione.
E ora veniamo ai difetti del film: il finale (che comunque scoprirete per conto vostro) e il figlio.
Quest'ultimo è un piccolo incapace che dimostra nove anni di aspetto, ma un'età mentale di sei a essere generosi, probabilmente la conseguenza di essere stato allevato in un ambiente privo di stimoli e con un padre troppo protettivo.
Non solo non sa fare niente, ma ha anche una voce stridula e costringe il povero Viggo a perdere tempo e cibo in gesti di generosità completamente masochisti.
Non so se è l'attore a renderlo così insopportabile o se lo è il doppiatore nella versione italiana, ma se ne avessero scelto uno meno irritante era meglio, ma forse è stata una scelta voluta.
Straordinariamente il film, anche se tratta temi altamente depressivi e ha questo elemento profondamente disturbante del figlio, riesce a non risultare pesante come uno ci si aspetta.
In ogni caso è meglio Io sono leggenda, anche se meno fedele al testo.

Voto 7/10
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

sabato 12 giugno 2010

Ma lo sai che ti dico?

Basta con queste bandiere dell'italia che si vedono in giro (peraltro vendute dagli extracomunitari) basta finto patriottismo che emerge negli italiani solo quando si parla di calcio, basta con questa pubblicità immensamente triste di noi che gufiamo le altre squadre.
Gufare conviene?
Bene, allora godo che questi mondiali li perdiamo e spero che l'italia sia fra le prime a uscire, non dico la prima perchè è davvero improbabile, ma spero davvero che la nazionale duri poco.
Tanto si sa, gli italiani sono così idioti che non importa se siamo un paese ormai sull'orlo della dittatura, non importa se gli altri paesi che contano ci considerano un repubblica delle banane, non ci importa della disoccupazione, nè dell'istruzione abbattuta, della sanità, del sistema pensionistico, della nostra dignità.
Gli italiani sono così idioti che l'unico motivo per il quale si rivolterebbero a Berlusconi sarebbe dopo aver perso ai mondiali, essendo tanto idioti da credere che vada punito perchè porta sfiga
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

martedì 8 giugno 2010

Tagli, tagli e ancora tagli

L'inculata a secco degli italiani da parte del Governo procede con virile e metodica violenza.
Sono partiti dai precari, di cui naturalmente non parla più nessuno; poi hanno cominciato a colpire gli impiegati fannulloni; in seguito sono passati ai professori, tanto la cultura non la vuole nessuno; naturalmente anche quei comunisti dei magistrati dovevano prendere una bella mazzata. Mi chiedo come facciano a giustificare i recenti tagli ai medici, sono prorio curioso.
La notizia fresca fresca è quella della pensione posticipata.
Perchè lo dice l'Europa!
Certo, proprio il nostro Governo lo dice, quello che tempo fa voleva tornare alle vecchie lire, quello che ospita un partito di nazisti ritardati che hanno problemi perfino a stare
in Italia, il Governo che viene preso in giro da qualsiasi paese civile europeo!
Ma quando si tratta di fotterci, il nostro Governo è disposto anche a dare ragione a Voldemort!
Ma vediamo un pochino meglio le cose.
Brunettolo sta sempre a sbraitare contro gli statali, contro gli impiegati, contro i proessori, contro chiunque gli gira.
Dimenticando che anche lui è stato professore universitario.
Ma non solo è stato professore universitario, ma è anche un politico.
E i politici, mio piccolo Renatino, sono impiegati statali.
Strapagati, con l'immunità parlamentare, ignoranti e incapaci come la maggiorparte degli impiegati. Ma sempre impiegati sono.
E della pegior specie perchè, Brunetta è uno dei tanti esempi, ma i politici hanno dei livelli di assenteismi altissimi!
Un bel tornello per loro non lo vogiamo mettere?
Tutti i dipendenti statali stanno subendo tagli in italia: insegnanti, ricercatori, medici, infermieri, magistrati, poliziotti.
Solo due categorie non subiscono tagli seri: i politici (che per giunta sono i più pagati d'Europa) e i militari.
Questi ultimi sono inutili quasi quanto i politici, dato che quelli che stanno in Italia non fanno un cazzo dalla mattina alla sera e non mi risulta che rischiamo di essere invasi (l'ultima volta che è successo abbiamo anche fatto la figura delle pippe).
E quelli in missine di pace?
Innanzitutto sono gente che va a rompere i coglioni a paesi che hanno già altri problemi e comprensibilmente non li vuole, ma comunque non capisco che differenza ci sia fra un militare che va in missione in Afganistan e un celerino a una manifestazione o allo stadio, dato che le probabilità di restarci secco sono più o meno le stesse. Perchè il primo è considerato un figo e prende di più mentre il secondo prende di meno e viene pure insultato dallo zekka di merda di passaggio?
Ma questo è normale, il Governo sta pensando a tenere buone le uniche categorie alle quali tiene per governare: la classe politica e le forze armate.
Ciò è davvero grave e preoccupante.
Fra quanti anni diventeremo ufficialmente una dittatura?
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

sabato 5 giugno 2010

Un po' di dignità

Ammetto la mia ignoranza in tema.
Ho avuto molto da fare ultimamente e non sono solito guardare il TG1 per accorgermi di questa notizia. La bella figliuola dell'immagine sopra è Maria Luisa Busi, giornalista del TG1 che avevo fin'ora considerato come il solito anonimo mezzo busto da pseudo informazione. Ho invece appena appreso che la Busi ha rassegnato le dimissioni dalla conduzione del TG1 una ventina di giorni fa, il 21 maggio.
Motivo di questo gesto, i suoi contrasti con uno degli animali da compagnia di Berlusconi, Augusto Minzolini. Ha dimostrato di essere una tosta, a differenza di quanto pensavo con quel suo aspetto di mezzo busto tutt'al più più gradevole visivamente del solito.
Certo, ce ne ha messo di tempo lei per decidere a piantare in asso quel pallemosce e va anche detto che qui in Italia, quando un giornalista si dimette, non è detto che sia stato proprio lui a scegliere di dimettersi, magari vi è stato costretto. E a quel punto, il gesto coraggioso di ribellione decade. Nel dubbio resta il fatto che è una di quelle notizie che indica che non va tutto liscio per chi ci Governa e per i suoi galoppini.
Ovviamente, questa notizia ha avuto la risonanza di una scoreggia a un concerto di Vasco Rossi: rispetto a tutto ciò che la circonda è migliore, ma non la sente nessuno.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

venerdì 4 giugno 2010

Pace e bene

Attacco israeliano su nave pacifista. 15 morti e 20 polsi slogati. Indovinate chi sta piangendo per i polsi slogati

I soldati israeliani erano così gasati durante l'azione che cantavano il jingle dello spot del gratta & vinci

L'Italia vota no a un'inchiesta sulla strage dei pacifisti da parte delle forze israeliane. Inutile stupirsi, il nostro Governo dice no a qualsiasi tipo d'inchiesta!

Gli Stati Uniti propongono a israele un'indagine indipendente affiancata da osservatori americani. Fra gli osservatori sono stati proposti Dick Cheney, Charles Manson e Ronald McDonald.

Berlusconi propone invece invece di fare un processo come previsto. Però a Brescia.

Il primo Ministro israeliano Benjamin Nethanahu è comunque poco convinto. Dateci almeno il tempo di insabbiare le prove!

Il Consiglio dell'Onu è irremovibile, presto prenderanno provvedimenti e faranno ciò che hanno sempre fatto su questioni simili: un cazzo.

Ucciso vescovo italiano in Turchia. Teniamo a precisare che l'omicidio non c'entra niente con il voto dell'Italia contro l'indagine sulla strage della nave turca attaccata dagli israeliani.
No, l'assassino ha ucciso il vescovo perchè l'ha beccato a letto con la moglie!

Calderoli indignato per l'uccisione del vescovo. Non è possibile che la religione cattolica sia perseguitata all'estero. Così ha detto mentre portava il maiale a pisciare sul suolo di preghiera musulmana.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.