Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

venerdì 30 ottobre 2009

Caffè corretto o corrotto?

Lo ammetto, anche se solitamente evito, mi sono messo a seguire un poco le vicende in televisione sul caso Marrazzo. E, seguendo la cosa da vicino, inevitabilmente finisci che perdi il senso generale delle cose.
Marrazzo è un porco. E Ok.
La Sinistra ha fatto l'ennesima cazzata nel mettere di nuovo così tanta enfasi sulla moralità di Berlusconi perchè prima o poi arriva il momento in cui scoppia uno scandalo sessuale anche con la politici di Sinistra. E, modestamente, l'avevo detto poco prima che succedesse questo casino.
Ma concentrarsi troppo sulla questione della morale in politica è - lo dico per l'ennesima volta - una fesseria.
E, ora che Marrazzo ha fatto l'unica cosa giusta dimettendosi, dovremmo smetterla a parlare di lui.
Fra l'altro, Marrazzo non ha fatto qualcosa di illegale andando a travestiti, la cosa illegale e grave che ha fatto è stata quella di cedere ai ricattatori. Ma noi italiani siamo degli ipocriti e guardoni moralisti, stiamo attenti a gridare lo scandalo quando si tratta di scopate altrui, ma siamo anche degli omertosi di merda. E ci dimentichiamo che chi paga un ricattatore per nascondere ipocritamente le sue scappatelle, è un suo complice e va perseguito penalmente.
Il punto veramente importante della questione: chi erano i ricattatori?
I soliti rumeni?
I trans?
No, erano carabinieri.
L'intera retata dei carabinieri che ha colto Marrazzo con le mani nella marmellata è stata fatta da dei carabinieri che stavano sulle tracce di altri carabinieri che guadagnavano ricattando i clienti dei travestiti.
E Marrazzo si è trovato in mezzo per puro caso.
La retata era stata fatta per cogliere sul fatto i ricattatori, non Marrazzo e gli altri politici pervertiti che spero escano fuori.
Abbiamo invertito il quadro con la cornice.
Non dovremmo vedere mille dibattiti e diecimila polemiche su Marrazzo, dovremmo vedere dibattiti incentrati sul fatto che dei carabinieri, degli uomini che dovrebbero tutelare la legge, hanno commesso un reato!
Lo sanno pure i bambini che i politici sono corrotti, di destra, sinistra o centro che siano, la cosa grave è che anche le forze dell'ordine iniziano a essere corrotte!
I cittadini italiani non dovrebbero vedere la faccia da sfigato di Marrazzo su TG e talk show in prima serata, dovrebbero vedere i volti dei carabinieri che hanno fatto questa porcata e questi carabinieri dovrebbero avere un processo regolare e senza scappatoie che sbatta in prigione loro e chi li ha coperti!
Ma noi siamo in Italia, va tutto bene. Se c'è qualcosa che non va è per colpa di qualche invertito comunista o di uno che fuma troppe canne no?
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

martedì 27 ottobre 2009

E a Marrazzo...


Sto gettando ogni tanto uno sguardo a Ballarò che i miei - triste abitudine - vedono come sempre. Osservazioni.
1) Concita de Gregorio è l'unica donna a Sinistra che mi farei molto volentieri. Sembra addirittura intelligente!
2) Dovrebbero installare uno schermo che indica il conteggio delle volte in cui quelli di Destra ripetono che hanno vinto le elezioni come argomentazione
3) Berlusconi se n'è andato con l'Annunziata, l'Annunziata se n'è andata con Santoro, Casini ha minacciato di andarsene con Floris, ma poi è rimasto. Ha riassuno il suo pensiero politico! La scena in cui si è messo a fare la prima donna offesa dovrebbe rimanere negli annali.
Me ne vado perchè in questi dibattiti è una gara a chi grida di più. Meno male che c'è lui a farcelo scoprire, nessuno ci sarebbe arrivato!
4) Sono contento che Marrazzo si sia dimesso, è l'unica cosa decente che poteva fare. Certo che dovrebbe smetterla di prenderci per il culo dicendo che si ritira per la salute. Lo so, dev'essere stata un'inculata questa vicenda, ma poteva portare un po' di vaselina!
5) La storia di Marrazzo ci ha fatto perdere il grande gossip del mese, ovvero le crisi di coppia fra Tremonti e Berlusconi. Ma non temete: il loro amore è troppo forte e la mediazione di uno equilibrato come Bossi li ha fatti riappacificare!
6) Berlusconi come special guest che presenta le sue statistiche da generatore casualie di numeri è ormai come un comico scalda pubblico. Peccato che il suo repertorio di barzellette sui giudici comunisti è ormai alquanto datato...
7) Non so cosa faccia Floris per sopportare tutte quelle risse in trasmissione. Insomma, Santoro si schiera troppo con uno dei contendenti e Bruno Vespa è solito invitare Berlusconi e opporre un contraddittorio fatto da Kermit la Rana. Floris gestisce invece un vero e proprio dibattito politico e lo fa senza dover sparare in aria. Cosa fa per riuscirci, ha un buon terapeuta o prende tanti calmanti?
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

venerdì 23 ottobre 2009

Il D20 è tratto

Poco fa ho saputo con terribile rammarico da mio fratello che l'8 marzo dell'anno scorso è morto
Gary Gygax (27 luglio 1938 – 4 marzo 2008), il creatore di D&d.
La mia esperienza di giocatore di D&d è per me troppo scarsa perchè ne possa celebrare la dipartita in modo decoroso.
Posso solo dire che è un personaggio che ha permesso a milioni di giocatori di divertirsi e in maniera intelligente. Ma poichè l'intelligenza è qualcosa che fa paura, hanno preferito celebrare e farci due palle così con icone dozzinali come Mike Buongiorno e Micheal Jackson e, in base a questa regola idiota di celebrazione del pop, sappiamo vita, morte e miracoli di questi due personaggi, mentre su Gary Gygax, un icona del mondo nerd e dei giochi da tavolo, non è stato dedicato nemmeno un minuto in televisione.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

mercoledì 21 ottobre 2009

Mica lo pensano solo i comunisti!

Chi scopa bene governa bene.
Questo ha detto Sgarbi a proposito del pedo premier e delle sue troie. E questa frase la va proprio a dire uno che non solo è una persona mediocre con una laurea insignificante in Filosofia e non ha mai avuto un lavoro vero in tutta la sua vita, ma che è anche la regina delle puttane, così puttana che la D'Addario a confronto è una dodicenne alle prime armi.
Già il fatto che Sgarbi abbia detto una cosa simile significa che è un'idiozia.
Non perchè Berlusconi non scopi bene. Non è una cosa che mi interessa e sarei grato se tutti, da Repubblica a Libero, da Studio Aperto a TG 3, la smettessero di dirmi quanto e come scopa il nostro Presidente.
Ragazzi, se vi interessate della vita sessuale di un settantenne, a meno che non siate dei sessuologi strapagati, SIETE MESSI MALE!
La questione è molto più semplice e non prevede di parlare dell'uccello di Berlusconi.
Governare un paese e scopare una zoccola o una ritardata mentale che lo fa a gratis (sempre che l'idiozia umana arrivi a tanto) non è la stessa cosa.
E questo concetto lo capiscono anche i ritardati mentali che votano Berlusconi: non gliene frega niente di quanto sia un maiale, per loro l'importante è che governi bene.
E non solo non gliene frega niente di come usa il suo pisello, non gli importa neanche se è una persona onesta o meno.
Se una persona è sotto processi per almeno una ventina di capi d'accusa differenti, può darsi che in un paio di questi processi ci sia stato un errore, può darsi che un processo sia una calunnia vera e propria, ma non è possibile che sia stato accusato ingiustamente in tutti quanti questi
Forse qualche elettore di Berlusconi crede che non abbia mai e poi mai infranto la legge, ma si tratta di un caso di negazione psicotica, la maggiorparte di quelli che lo votano sanno perfettamente che ha infranto la legge.
Ma lo votano.
Gli ottimisti pensano che, ora che il Lodo è stato bocciato, forse il Governo cadrà.
Ma non cambia niente.
Sicuramente non si dimetterà mai e cercherà in tutti i modi di evitare il processo pagando giudici, facendo altre leggi ad Personam, cambiando la Costituzione intera.
Ma se per caso (molto improbabile) cade, continuerà a essere appoggiato.
Questo il PD e l'Italia dei Valori non l'hanno capito.
Gli italiani stravedono per un presidente corrotto.
Perchè gli italiani sono corrotti.
Basta pie illusioni e basta paragoni forzati con gli USA!
Clinton (gli dei l'abbiano in gloria) è caduto per un pompino; Nixon è caduto perchè aveva mentito agli americani ed era stato pizzicato a usare mezzi illeciti con lo scandalo Watergate.
In Italia non funziona così.
Gli americani sono dei moralisti, non vogliono nè un presidente infedele nè losco, a prescindere da quanto possa aver governato.
Anche noi italiani siamo dei moralisti, siamo bigotti quanto gli americani, forse anche più, ma siamo anche cattolici, il che significa che siamo degli ipocriti, significa che perdoniamo per stupidità o quando speriamo di guadagnarci qualcosa.
Entrambi questi tipi di moralismo mi fanno schifo, ma devo dire che in questo momento preferisco leggermente quello puritano-americano.
Tornando alla serva Italia e alla frase di Sgarbi il discorso è semplice: chi ti dice che Berlusconi sappia governare?
Lasciamo stare i suoi sondaggi ricavati da un campione rappresentativo come la convention dei giovani PdL e pensiamo ad alcuni fatti che mi vengono in mente.
- Mentre oggi stavo sull'autobus per una cosa di lavoro ho visto mentre passavo - in soli 20 minuti - ben tre meeting di sindacalisti e manifestanti in tre posti diversi che riguardavano rispettivamente tagli al personale di un ospedale, licenziamenti di formatri di un'azienda telefonica e un'altra manifestazione che non sono riuscito a individuare. Senza poi contare il picchetto davanti al Ministero dell'Istruzione che è lì da non so ormai da quanto.
Inutile descrivere le polemiche del giorno sul posto fisso. Si scazzano come una coppietta in crisi, ma poi trovano un accordo comune in nome del progresso: metterlo in culo a chi lavora.
- A Napoli ci sono stato prima e dopo le grandi opere di pulizia del Governo e, come ho già detto, ho visto che hanno dato una buona ripulita solo nelle zone più ricche, lasciando sporco tutto il resto. Figuriamoci in periferia!
- Le casette fatte col lego all'Aquila, costruite dopo mesi, non bastano a ospitare tutti gli sfollati. E quelli che sono rimasti fuori stanno crepando dal freddo
- Non parliamo del disastro a Messina. Per risolvere la questione, Berlusconi ha promesso che accelererà la costruzione del già di per sè inutile ponte di messina. Questa è come la battuta di Sgarbi: non esiste un nesso!
- Il film Barbarossa, tanto voluto dagli amici ritardati del premier, prodotto con un budget hollywoodiano pagato dai contributi italiani, fa così schifo che gli stessi attori lo considerano una cagata.
E ultimo, ma forse il più importante, la gestione della Cordata per Alitalia.
Vi ricordate quanto ci hanno preso per il culo i francesi per come è stata gestita?
La gestione della famosa compagnia di bandiera è durata un'infinità fra lotte tra lobby, sindacalisti e azionisti, costando una maria di miliardi che ogni giorno lo Stato italiano ha dovuto sborsare una compagnia che sarebbe stato molto meglio se si fosse estinta. L'Affare Alitalia non è solo costato un sacco di tempo e di soldi pubblici, ma è anche un obrorio liberista, un vero schiaffo in faccia al libero mercato, qualunque industriale con un poco di cervello avrebbe fatto meglio di quanto ha fatto Berlusconi.
Perchè di questo stiamo parlando, di un uomo che non solo è moralmente penoso, ma non è nemmno un granchè nè come presidente, nè come uomo d'affari.
E, tanto per chiudere rompendo il culo a Sgarbi confrontandolo con un vero grande pensatore, ripeto la mia frase di Machiavelli Gli uomini dimenticano piuttosto la perdita del padre che la perdita del patrimonio.
Perchè è questo l'unico modo in cui possiamo far capire all'italiano medio che ha fatto un'idiozia: non dobbiamo dirgli che ha votato un porco corrotto e criminale, a lui va benissimo, dobbiamo dirgli che ha votato la persona che lo rovinerà economicamente.

A proposito di merda, ecco due righe sulla famiglia Mastella, che solo due righe le meritano. La moglie di Mastella esiliata dalla Campania. GODO!
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

lunedì 19 ottobre 2009

La pace può, ma con Silvio no

Periodaccio per Silvio Mandela-Berlusconi. Prima il divorzio, poi gli ennesimi rigurgiti delle toghe rosse, poi gli hanno bocciato il Lodo Alfano. E ora hanno preferito dare il nobel a quell'abbronzato più alto di lui anche senza tacchi!
Povero Silvio!
E dire che i suoi sostenitori con l'età mentale di un balilla gli avevano anche preparato questa canzoncina che, bisogna dirlo, se escludiamo le parole a metà fra il fascistoide e le Giovani Marmotte, è addirittura orecchiabile!
Ragazzi, avete presente quando un destroide è in difficoltà a un dibattito contro uno dello schieramento opposto e tira fuori la storia che la Sinistra ha perso le elezioni?
Ecco, ricordategli che, pur di non darlo al nostro Presidente, hanno preferito dare il Nobel per la pace a uno che è a capo di quella che continua a essere una fra le nazioni più armate delle Terra.
Ci sarà pure un motivo per questo no?

martedì 13 ottobre 2009

Delfino curioso!

Già trovo stupide le causes di facebook a prescindere, anche per impegni seri come save water drink vodka o aiutiamo le ninfomani. Non si risolvono i problemi della Terra con una catena di sant'Antonio, neanche se è una catena vera e non una fasulla come quelle cagate sul bambino di sei anni col cancro.
Comunque, se è stupido il metodo col quale uno pensa di cambiare qualcosa, figuriamoci quanto sono idioti quelli che prendono parte a iniziative idiote.
Come questa, l'ennesima battaglia animalista del cazzo che va di moda da un po' di tempo.
Non sono il tipo che si metterebbe a prendere a picconate un delfino, lo trovo stupido anche io, ma non ritengo sia giusto rompere i coglioni alla Danimarca. È una tradizione, stupida, ma una tradizione resta, come la corrida e come qualsiasi altro rito che comprende violenza sugli animali.
Inutile dire che gli invasati del link partono con sproloqui sulla Danimarca, sulla loro barbarie e su fantomatiche raccolte di firme per escluderla dall'Unione Europea. Escluderla?
L'Unione Europea dovrebbe tenersi l'Italia che è ormai un paese con standard afgani e cacciare un paese scandinavo progredito per una cazzata simile?
Che poi diciamocelo: questo delfino Calderones, definito super intelligente, è davvero così super intelligente se ogni anno va incontro a un gruppo di persone armate di armi contundenti e da taglio?
È così grave se si estingue il più idiota dei delfini?
Si chiama selezione naturale e prevede che quello che si adatta di meno se ne va al diavolo. Se sei così stupido da farti mazzolare da un gruppo d'idioti forse era destino che ti estinguessi.
Fra l'altro non credo che questa tradizione vada avanti solo per il divertimento. Sai quante tonnellate di frittura si fanno in un anno?
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

domenica 11 ottobre 2009

District 9

Nell' 82 appare sui cieli di Joannesbourg una nave aliena che fluttua sulla città, immobile. Gli uomini entrano al suo interno, trovano milioni di alieni denutriti e li sistemano in un'enorme baraccopoli denominata, per l'appunto, district 9.
Vikus Van Der Merwe, un individuo dall'aspetto a metà fra un colletto bianco e Ahmedinejad, è nominato capo di un'enorme operazione di sfratto verso questi ospiti indesiderati.
Gironzolando per l'enorme ghetto alieno incappa però in uno spiacevole incidente che lo cambierà drasticamente.
District 9 è un riferimento al district 6, il ghetto usato durante l'apartheid e la società alle spalle degli intrighi in cui si troverà immischiato il protagonista si chiama MNU, che si pronuncia menu, ma è un chiaro riferimento all'ONU e alla sua parte più marcia.
Il film è socialmente impegnato in un attacco alle politiche di segregazioni passate, presenti e future, con chiarissimi riferimenti alle politiche razziste e di discriminazione. La cosa ironica è che dalla parte dei razzisti ci stanno anche gli stessi africani che prima fino a poco tempo fa erano trattati come bestie, come alieni della società.
Il film ha attirato un bel po' di critiche proprio da parte delle comunità nere e della Nigeria in particolare, per maniera un po' ingenerosa con la quale sono stati ritratti i suoi abitanti. Certo, dato che ancora non sono proprio in una fase di prosperità, ma sono tutt'ora discriminati, forse se la potevano risparmiare...
Il film è ben fatto tecnicamente, riesce molto bene a dare quell'idea della sensazione dell'orrido che provano gruppi di persone della stessa razza e cultura quando si trovano di fronte allo sconosciuto, anche se lo sconosciuto in questione non è tanto diverso oltre l'aspetto, la lingua e le tradizioni.
L'unico punto che sfigura un po' è che non si capisce perchè milioni di alieni, con una tecnologia superiore e in così gran numero, si facciano mettere i piedi in testa dagli umani.

Voto 7/10
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

mercoledì 7 ottobre 2009

Brutte notizie per Al Fanone

Finalmente un buona notizia!
Ci voleva davvero, dato che l'ultima vittoria della moribonda Sinistra c'è stata quando Gabriel Garko ha battuto Bruno Vespa sugli ascolti. E francamente, temo che il successo di Garko rischia di essere un prezzo troppo alto da pagare. Il super boss Mr. Pannolone minaccia che trascinerà il popolo per difendere il Lodo. Quanti casini fanno per garantire l'immunità a 4 tizi.
Ricapitoliamo. Fini ha rinunciato al Lodo; Napolitano non mi sembra il tipo che carica zoccole, le uccide e le nasconde nel portabagagliaio.
Chi potrebbe mai tenerci così tanto all'immunità?
Spiegatemi perchè milioni di italiani dovrebbero protestare per far passare una legge che para il culo a 4 tizi (o meglio, a una!).
Sarebbe bello se Bossi scendesse in guerra contro il resto d'Italia e i suoi fidi padani per difendere il Lodo, tutti ancora con l'armatura medievale usata per le comparsate al loro nuovo filmino di partito.
Peccato che con questa bocciatura del Lodo abbiamo solo ritardato questa porcata...
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

lunedì 5 ottobre 2009

Entra nella testa di un idiota!

Non sopporto gli idioti che in televisione e in piazza parlano per stereotipi. Gli studenti non fanno niente, i comunisti sono omosessuali e si fanno le canne, tutti gli immigrati rubano. Non ne posso più! Ma ammetto che anche io ho un mio modo per essere pieno di pregiudizi.
Il Parlamento è pieno di idioti. Ma i ritardati peggiori sono quelli che li votano con entusiasmo.
Parte la nuova iniziativa del blog. Un racconto breve che raccolga i più comuni clichè per ogni tipo di elettore. Partecipa chi vuole mandando alla mia mail il suo racconto, che sarà pubblicato se interessante.
Inizio con un racconto facile facile perchè, magari ci sono partiti i cui elettori non sono tutti uguali, ma non è il caso della Lega: chiunque voti la Lega è un imbecille se non ha preso soldi per votarla.

Ivo è seduto al suo bar. Ci va da anni, ordina sempre il solito, non gli va di provare quelle cagate straniere come la pinacolada, la vodka, il sex on the beach o altri coktail da culattoni. Lui ha sempre preso il solito spritz, al massimo un grappino il sabato sera con gli amici. Dopo il primo sorso storce la bocca e lo guarda come se servisse guardarlo per studiarlo e capire cosa c'è che non va. Ci hanno messo troppo alcol. Probabilmente al bancone ci sta il solito negro che non sa fare il suo lavoro e che ha rubato il posto a un onesto padano lavoratore! Gira la testa per guardare al bancone e capire se ci sta Marco come sempre o se ci sta una faccia che non conosce. Marco non c'è.
Gli viene in mente che Marco non lavora da mesi.
Marco non c'è più perchè se n'è andato a Padova a studiare Medicina.
Vuole fare il dottorone lui!
6 anni di studio a farsi mantenere da papà per avere un pezzo di carta!
Il padre di Marco - il gestore del bar - aveva cercato di farlo ragionare.
Va' Marco che studiare è una perdita di tempo! Guarda che laggiù raccomandano solo i figli dei professori comunisti! Guarda che ora all'Università si iscrivono solo i terroni, che già non vogliono fare un menga dalla mattina alla sera e decidono di continuare a fare così, solo che si danno pure le arie perchè studiano! Guarda che devi fare un lavoro onesto, devi stare qui a lavorare al bar di tuo padre. Mica puoi affidare il bar a tuo fratello Renzo, che non fa cazzo dalla mattina alla sera!
A Ivo viene in mente Renzo.
Era un bravo ragazzo, andava pure bene a scuola, aveva avuto il suo bel diploma all'istituto alberghiero e poteva lavorare senza problemi. Non si era fatto bocciare nemmeno un volta!
E invece no: un giorno il padre lo becca a farsi di eroina!
Una vita rovinata, un ragazzo brillante finito come un pistola a ciondolare per casa e a rubare soldi al padre per la dose.
Tutta colpa dello spacciatore che l'aveva avvicinato alla droga, sicuramente il solito algerino dei miei maroni!
E invece di aiutare il padre in quel momento cosa aveva fatto il fratello? Se n'era andato a studiare! E si chiedeva pure cos'avesse da ridire il padre. Che mona! E ora circolava pure la voce che il signor medico stava addirittura votando per quelli che stanno dalla parte dei terroni!
Ivo paga il conto, lascia la mancia e aspetta che il cameriere venga a prenderlo, mica è così pirla da andarsene via subito e lasciare i soldi sul tavolo incustoditi!
Il cameriere è uno nuovo, ma parla strano. Non sarà mica straniero?!
Ivo pensa che dovrà parlare col gestore, metti che anche lui ha iniziato ad assumere stranieri?
Un mese fa Ivo aveva provato a frasi prendere come cameriere a un ristorante, ma non l'hanno preso.
In città quasi tutti assumono stranieri: baluba, musulmani, cinesi, spagnoli, tutta gente che parla male la lingua e che secondo lui non è affidabile. Ma continuano ad assumerli.
'Cazzo me ne frega che il negro prende la metà di me, io devo campare!
Ah il negher' nel suo paese ha una laurea? E allora vada via i ciapp' a casa sua, io qua ci vivo da 26 anni! Se è così intelligente perchè è venuto in Italia a bordo di un gommone pieno di negri come lui?
Ivo si avvia verso casa.
Gran bella vita di merda la sua. Ancora a vivere in casa coi suoi come un pirla perchè non ha un lavoro che basti a farlo arrivare a fine mese!
Mentre ha in mente questi brutti pensieri sente il suono di una canzone registrata. Si avvicina al luogo da dove proviene il suono.
La festa di paese è già cominciata ed è salito sul palco l'assessore del comune per fare un discorso introduttivo.
Parla di politica, di tasse, delle nuove iniziative, presenta i successi del comune.
La pensa come lui, è un uomo semplice come lui, uno che ha iniziato a lavorare subito e non ha perso tempo con lo studio. Una persona semplice, un onesto lavoratore italiano coi sani principi, I sani valori e tutto il resto. Parla di immigrazione con toni accessi, promette legnate agli stranieri e case popolari ai cittadini bisognosi. Le parole che usa sono schiette e decise. E semplici. Niente termini stranieri, niente espressioni complicate, solo frasi che capiscano tutti. Ivo si sente trascinato da quell'uomo semplice col quale nel quale si riconosce. Si sente rassicurato. Si sente felice.
Parte la musica, l'assessore scende salutato e applaudito, stringe le mani, sorride.
E Ivo si unisce al coro dei suoi concittadini che intonano le note di Oh mia bella Madunina.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

domenica 4 ottobre 2009

Videocracy

Consapevole che mi avrebbe fatto venire l'acido, ho deciso di vedere questo film.
A livello di montaggio è stato fatto un lavoro eccezionale e devo ancora capire alcune scene come sono riusciti a farle, dato che coinvolgono direttamente personaggi del mondo dello spettacolo. in scene anche intime. Il film presenta il mondo mediatico italiano, tutto apparenza, tette, volgarità ed esibizionismo, fra impresari corrotti, veline e presidenti (sapete di chi parlo!) con le mani in pasta.
Lele Mora fa PAURA. Tutto nella sua persona ostenta bontà, castità e purezza, veste completamente di bianco, vive in una casa bianca, ha una voce melliflua e una faccia da cicciobello, da ritardato buono. Ma è inquitante, perchè si vede che è una persona falsa e schifosamente corrotta, ostenta fieramente il suo berlusconismo e il suo fascismo, sembra il gemello furbo di Pacciani o un prete che sevizia e violenta bambini in parrocchia dopo averli drogati.
Fabrizio Corona è una vera e propria merda d'uomo, una persona di nessuna cultura e abilità, che probabilmente non potrebbe neanche fare un lavoro inutile come il calciatore perchè non sa giocare a calcio decentemente. Ricatta persone famose, ricche e mediocri , dimenticando che con quei soldi lui stesso diventerà una persona ricca e mediocre. Scatta lo scandalo, diventa famoso e decide di crogiolarsi nella sua stessa amoralità, atteggiandosi da gangsta, quando in realtà non è altro che una checca mal mascherata che si improfuma come una puttana e va in discoteca ogni giorno. Si azzarda addirittura a paragonarsi a Scarface e se Al Pacino e Brian de Palma non l'hanno ancora querelato per danno all'immagine del personaggio, è perchè Corona al di fuori del Paese è una pulce che nessuno conosce.
Questi due personaggi fanno così schifo che Berlusconi, menzionato ampiamente nel film, sembra migliore nel confronto!

Il film riesce a trasmettere le emozioni che vuole: disprezzo nei confronti di questo mondo e un certo senso di inquitudine. Non avrebbe guastato aggiungere dell'ironia a queste scene, dato che il regista si limita quasi esclusivamente a presentarle così come sono.
Però tratta il problema in maniera superficiale.
Fondamentalmente questo balletto di volgarità va avanti perchè i personaggi al suo interno voglioni esibirsi e riceverne fama e potere e i telespettatori guardano per le abbondanti carrellate di gnocca che vengono propinate.
Ma il problema è stato trattato in maniera superficiale.
Non siamo più negli anni '90, c'è internet, se un tizio vuole vedere un po' di carne fresca basta che si coleghi e vada sui siti adatti, senza bisogno accendere la televisione.
E poi, in questa maniera sembra che la colpa sia solo degli uomini, che appena vedono una tetta non ragionano più.
Non è solo questo.
Anche le donne guardano la TV spazzatura, loro non guardano le curve per ovvie ragioni.
Ci sono delle persone che vogliono entrare in TV per avere benefici, fama, soldi , per esibirsi. Ma dev'esserci qualche idiota che li guardi!
E siccome Corona non è una donna, non regge la teoria di prima.
Corona è seguito perchè entrano in gioco numerosi processi di identificazione, c'è gente fondamentalmente mediocre e amorale a cui piace, che si riconosce in un merdoso simile.
Questo film si concentra solo da una parte, solo sul mondo televisivo e di chi vuole entrare a farvi parte. Dimenticando che per mantenere questa situazione, ci vogliono milioni di idioti che seguano questo schifo. E il film non ti spiega questo, troppo comodo.
Ultimo punto.
Non potevano pagare un doppiatore professionista per presentare le immagini, invece di farle commentare dal regista che, detto fra noi ha una vera voce di merda?

7/10 (sarebbe 6, ma è un voto politico e non posso dare ragione a un giornale di ritardati mentali letto da ritardati mentali).
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

venerdì 2 ottobre 2009

Comunque a me sembra un travestito!

Non ce la faccio a vedere i dibattiti politici, mi viene la bile alla gola se penso a quanto fanno schifo i partecipanti e alle argomentazioni che usano. E poi, detto fra noi, effettivamente Santoro è di parte, è l'Emilio Fede della Sinistra e come moderatore di una discussione è troppo chiaramente schierato dalla parte di uno dei contendenti. Il che non toglie il fatto che abbia diritto a esserci, specie per contrastare la sterminata armata di cortigiani, zoccole politiche e leccaculo del premier giullare.
Fatto sta che hanno fatto questa benedetta puntata con la D'Addario. E la gnocca, si sa, tira e fa un sacco di ascolti.
La cosa che veramente mi fa incazzare di più è che ci sono persone di destra che ancora ripescano il caso di Sircana, che più di 2 anni fa è stato fotografato mentre parlava con un transessuale. E non l'ha nemmeno caricato. Fino a prova contraria, per quanto possano fare schifo a qualcuno i travestiti, non puoi paragonare una persona che ci ha solo parlato con una persona che è andata e continuerà probabilmente ad andare regolarmente con prostitute.
Non ho sentito il dibattito, ma tutta questa faccenda si riduce in un paio di punti.
Basta queste interviste alla D'Addario come se fosse la piccola fiammiferaia che si dà al turismo sessuale per pagare le spese mediche della mamma! La D'Addario è un troia d'alto bordo, una donna abituata a frequentare vecchi maiali corrotti e squallidi. Se si sente degradata o sente che sono stati calpestati i suoi sentimenti chissenefrega, mica stiamo girando Pretty Woman col finale alternativo! L'unica cosa grave è che Berlusconi non l'ha pagata per i servizi resi. Fine, questa è l'unica cosa che conta, il fatto che abbiamo di fronte un premier che pretende di governare un paese anche quando si dimentica perfino di pagare la sua escort! Questo è l'unica cosa che dovrebbe farci capire se il nostro premier sia o no adatto a Governare.
Può essere attaccato per il fatto che lui può andare a troie, mentre gli italiani che lo fanno rischiano una mula e anche la prigione.
Può essere attaccato perchè blatera in continuazione cagate sulla familia e non esiste in socioligia un concetto di famiglia allargata che preveda anche la zoccola del capo di famiglia.
Può essere attaccata la Chiesa, che lo sostiene e lo continuerà a sostenere nonostante questi scabrosi trascorsi.
Ma se è un porco, se è un marito infedele, se è una persona moralmente deprecabile, non ci deve interessare, sono tutte cose che non indicano un'incapacità nel gestire un paese.
Tuttavia se dimostra di venir meno alla parola perfino di fronte a una puttana bhe, a quel punto mi preoccupo.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.