Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

mercoledì 21 ottobre 2009

Mica lo pensano solo i comunisti!

Chi scopa bene governa bene.
Questo ha detto Sgarbi a proposito del pedo premier e delle sue troie. E questa frase la va proprio a dire uno che non solo è una persona mediocre con una laurea insignificante in Filosofia e non ha mai avuto un lavoro vero in tutta la sua vita, ma che è anche la regina delle puttane, così puttana che la D'Addario a confronto è una dodicenne alle prime armi.
Già il fatto che Sgarbi abbia detto una cosa simile significa che è un'idiozia.
Non perchè Berlusconi non scopi bene. Non è una cosa che mi interessa e sarei grato se tutti, da Repubblica a Libero, da Studio Aperto a TG 3, la smettessero di dirmi quanto e come scopa il nostro Presidente.
Ragazzi, se vi interessate della vita sessuale di un settantenne, a meno che non siate dei sessuologi strapagati, SIETE MESSI MALE!
La questione è molto più semplice e non prevede di parlare dell'uccello di Berlusconi.
Governare un paese e scopare una zoccola o una ritardata mentale che lo fa a gratis (sempre che l'idiozia umana arrivi a tanto) non è la stessa cosa.
E questo concetto lo capiscono anche i ritardati mentali che votano Berlusconi: non gliene frega niente di quanto sia un maiale, per loro l'importante è che governi bene.
E non solo non gliene frega niente di come usa il suo pisello, non gli importa neanche se è una persona onesta o meno.
Se una persona è sotto processi per almeno una ventina di capi d'accusa differenti, può darsi che in un paio di questi processi ci sia stato un errore, può darsi che un processo sia una calunnia vera e propria, ma non è possibile che sia stato accusato ingiustamente in tutti quanti questi
Forse qualche elettore di Berlusconi crede che non abbia mai e poi mai infranto la legge, ma si tratta di un caso di negazione psicotica, la maggiorparte di quelli che lo votano sanno perfettamente che ha infranto la legge.
Ma lo votano.
Gli ottimisti pensano che, ora che il Lodo è stato bocciato, forse il Governo cadrà.
Ma non cambia niente.
Sicuramente non si dimetterà mai e cercherà in tutti i modi di evitare il processo pagando giudici, facendo altre leggi ad Personam, cambiando la Costituzione intera.
Ma se per caso (molto improbabile) cade, continuerà a essere appoggiato.
Questo il PD e l'Italia dei Valori non l'hanno capito.
Gli italiani stravedono per un presidente corrotto.
Perchè gli italiani sono corrotti.
Basta pie illusioni e basta paragoni forzati con gli USA!
Clinton (gli dei l'abbiano in gloria) è caduto per un pompino; Nixon è caduto perchè aveva mentito agli americani ed era stato pizzicato a usare mezzi illeciti con lo scandalo Watergate.
In Italia non funziona così.
Gli americani sono dei moralisti, non vogliono nè un presidente infedele nè losco, a prescindere da quanto possa aver governato.
Anche noi italiani siamo dei moralisti, siamo bigotti quanto gli americani, forse anche più, ma siamo anche cattolici, il che significa che siamo degli ipocriti, significa che perdoniamo per stupidità o quando speriamo di guadagnarci qualcosa.
Entrambi questi tipi di moralismo mi fanno schifo, ma devo dire che in questo momento preferisco leggermente quello puritano-americano.
Tornando alla serva Italia e alla frase di Sgarbi il discorso è semplice: chi ti dice che Berlusconi sappia governare?
Lasciamo stare i suoi sondaggi ricavati da un campione rappresentativo come la convention dei giovani PdL e pensiamo ad alcuni fatti che mi vengono in mente.
- Mentre oggi stavo sull'autobus per una cosa di lavoro ho visto mentre passavo - in soli 20 minuti - ben tre meeting di sindacalisti e manifestanti in tre posti diversi che riguardavano rispettivamente tagli al personale di un ospedale, licenziamenti di formatri di un'azienda telefonica e un'altra manifestazione che non sono riuscito a individuare. Senza poi contare il picchetto davanti al Ministero dell'Istruzione che è lì da non so ormai da quanto.
Inutile descrivere le polemiche del giorno sul posto fisso. Si scazzano come una coppietta in crisi, ma poi trovano un accordo comune in nome del progresso: metterlo in culo a chi lavora.
- A Napoli ci sono stato prima e dopo le grandi opere di pulizia del Governo e, come ho già detto, ho visto che hanno dato una buona ripulita solo nelle zone più ricche, lasciando sporco tutto il resto. Figuriamoci in periferia!
- Le casette fatte col lego all'Aquila, costruite dopo mesi, non bastano a ospitare tutti gli sfollati. E quelli che sono rimasti fuori stanno crepando dal freddo
- Non parliamo del disastro a Messina. Per risolvere la questione, Berlusconi ha promesso che accelererà la costruzione del già di per sè inutile ponte di messina. Questa è come la battuta di Sgarbi: non esiste un nesso!
- Il film Barbarossa, tanto voluto dagli amici ritardati del premier, prodotto con un budget hollywoodiano pagato dai contributi italiani, fa così schifo che gli stessi attori lo considerano una cagata.
E ultimo, ma forse il più importante, la gestione della Cordata per Alitalia.
Vi ricordate quanto ci hanno preso per il culo i francesi per come è stata gestita?
La gestione della famosa compagnia di bandiera è durata un'infinità fra lotte tra lobby, sindacalisti e azionisti, costando una maria di miliardi che ogni giorno lo Stato italiano ha dovuto sborsare una compagnia che sarebbe stato molto meglio se si fosse estinta. L'Affare Alitalia non è solo costato un sacco di tempo e di soldi pubblici, ma è anche un obrorio liberista, un vero schiaffo in faccia al libero mercato, qualunque industriale con un poco di cervello avrebbe fatto meglio di quanto ha fatto Berlusconi.
Perchè di questo stiamo parlando, di un uomo che non solo è moralmente penoso, ma non è nemmno un granchè nè come presidente, nè come uomo d'affari.
E, tanto per chiudere rompendo il culo a Sgarbi confrontandolo con un vero grande pensatore, ripeto la mia frase di Machiavelli Gli uomini dimenticano piuttosto la perdita del padre che la perdita del patrimonio.
Perchè è questo l'unico modo in cui possiamo far capire all'italiano medio che ha fatto un'idiozia: non dobbiamo dirgli che ha votato un porco corrotto e criminale, a lui va benissimo, dobbiamo dirgli che ha votato la persona che lo rovinerà economicamente.

A proposito di merda, ecco due righe sulla famiglia Mastella, che solo due righe le meritano. La moglie di Mastella esiliata dalla Campania. GODO!
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

3 commenti:

Antonella Colombo ha detto...

Ti chiedo un aiuto per mandare Silvio agli Oscar

Forse qualcuno ricorda l’esordio in tv di Benigni nei panni di un critico cinematografico, in un programma di Renzo Arbore. Nello stesso ruolo abbiamo visto in questi giorni il presidente del consiglio, in un film al cinema Mexico, a Milano. L'apparizione di Silvio Berlusconi come critico cinematografico è uno dei momenti più belli del film, resa anche più gustosa perché recensisce un film di Fellini. E a nostro giudizio, il presidente del consiglio è molto più credibile e interessante di Benigni. Fellini ha vinto 5 oscar, forse troppi. Anche Benigni ha vinto vari Oscar con "La vita è bella".
Noi crediamo che Silvio Berlusconi meriti un Oscar come miglior attore non protagonista nel film “Di Me Cosa Ne Sai” di Valerio Jalongo. Purtroppo, quando l'Italia deve nominare i suoi film per l'Oscar, la decisione è sempre influenzata politicamente dalla sinistra o dagli interessi delle grandi produzioni.
Per questo abbiamo deciso di inviare un appello direttamente all'Academy of Motion Picture Arts and Sciences a Los Angeles per la nomination di Silvio Berlusconi come miglior attore non protagonista nel film “Di Me Cosa Ne Sai” di Valerio Jalongo.
Se anche tu sei d’accordo sostienici. Diventa fan del gruppo su facebook. Più siamo e più in America ci dovranno ascoltare. Ecco l'appello, tradotto in inglese, che sarà inviato all'Academy insieme all'elenco dei sostenitori del gruppo su facebook.

"We strongly believe Silvio Berlusconi deserves an oscar nomination
as a supporting actor in the film "DI ME COSA NE SAI"
(What do you know about me) directed by Valerio Jalongo.
His appearance as a film critic is one of the best moment of
the movie.Unfortunately, when Italy has to nominate his films for
Academy consideration the decision is influenced by politics and
by the interests of major production companies. This is why we decided
to appeal directly to the Academy of Motion Picture Arts and Sciences
and ask that Silvio Berlusconi be nominated for BEST SUPPORTING
ACTOR in the film "DI ME COSA NE SAI"
(What do you know about me) directed by Valerio Jalongo."


Ti ringrazio per l’attenzione


Antonella Colombo


Per vedere il video: www.berlusconixloscar.blogspot.com

Anonimo ha detto...

sei messo proprio male, visto che ti preoccupi della vita sessuale del Premier. che cazzone che sei...

Edric Ant ha detto...

Critichi quello che scrivo senza accorgerti che stai dicendo le stesse cose mie e usando addirittura le mie espressioni? Leggere è importante lo sai? Idiota.

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.