Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

lunedì 25 maggio 2009

Napoli 2: la vendetta

Sono tornato ieri sera tardi dopo un fine settimana pesantino culminato con un omosessuale che, alla fermata per tornare a casa, ha attaccato bottone e voleva sapere tutto della mia vita e, probabilmente, mi voleva anche scopare (ma non ha avuto niente, poteva almeno offrirmi da bere no??). In questi giorni fra le tante rogne c'era quella di dover andare a Napoli e non per piacere, ma per motivi di studio che non vi vado a dire. Confesso che avevo un certo odio per questa città di natura non ideologica (fanalino posteriore spaccato e tentato scasso della portiera della macchina dopo poco più di mezz'ora di sosta). Ero anche curioso di sapere com'era la città, avendola visitata un anno fa nell'era d'oro della monnezza e volevo vedere come il Governo di papi Silvio Berlusconi avesse gestito la cosa. E mi aspettavo che non si fosse fatto un cazzo.
Devo dire che all'inizio mi sono ricreduto. Le strade che ho percorso erano pulite, c'erano cassonetti ogni cinquecento metri con tanto di raccolta differenziata. (purtroppo non ho scattato foto per provarlo, anche perchè non mi va di farmi vedere in giro mentre scatto foto ai cassonetti).
Iniziavo a cambiare idea. Certo, ci hanno messo un anno per migliorare le cose e, contando che hanno fatto gli inceneritori, proibito qualsiasi manifestazione ambientalista che li avrebbe osteggiati, minacciato la ghigliottina per chiunque sia visto mentre butta una cartaccia e spostato un bel po' della monnezza napoletana qua e là, è anche normale che ora Napoli sia pulita come la Svizzera!
Però (c'è sempre un però!) mi sono reso conto di una cosa. La zona che ho visto (a partire da piazza Amedeo e per la salita lungo via Tasso) è praticamente la Beverly Hills di Napoli!
Una volta sceso a Manzoni, mi sono allontanato di qualche isolato e mi sono ritrovato in una zona che certo non è la periferia, dato che c'era uno struscio non trascurabile, praticamente una via del Corso di Roma. E qui, udite udite, di monnezza ce n'era (dovrete accontentarvi di una foto di repertorio sulla spazzatura)!
Non tantissima, ma sicuramente niente che si avvicinasse ai proclami di completo successo del Governo che stanno sbandierando in continuazione!
In sostanza, niente di nuovo.
L'anno scorso non ho visto il quartiere fico di Napoli e non posso neanche dire se quella situazione di pulizia ci fosse anche allora. Fatto sta che ora le zone ricche sono pulite come un fischietto, mentre quelle dove circolano e vivono le persone normali sono una zozzeria (e non oso immaginare che porcheria ci sia nelle periferie!).
E secondo voi, dove pensate che abiti Noemi Letizia?
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.