Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

mercoledì 22 aprile 2009

Sincerità un cazzo

Anche io, come molti altri, ho ceduto. Alla fine questa canzone mi è entrata in testa, più che altro grazie alla breve parodia del nido del cuculo. È orecchiabile, non c'è niente da fare e, se non altro sono felice del fatto che non mi è rimasta in testa questa canzone e non quella di Povia.
Ma perchè lei? Povia era lì perchè aveva ricevuto una pubblicità pazzesca dagli omosessuali stessi che si sentivano attaccati da lui e perchè (per qualche oscuro motivo) era già un cantante che si era acquistato una fama. E Arisa alias Rosalba Pippa?
La verità è che lei non è andata a Sanremo perchè è brava anche se è brutta; lei è andata a Sanremo PERCHÈ è brutta e - va detto - anche perchè era relativamente brava.
Hanno fatto così perchè il messaggio è la solita, edificante e buonista massima del non dare troppa importanza all'apparenza ma alla bravura di un'artista. Ma il mondo dello spettacolo è ben diverso, altrimenti non vedremmo gente come la Hunziker a infestare l'etere; tuttavia, devono dare un'impressione diversa agli spettatori, vogliono far credere loro che nel mondo dello spettacolo ci sia spazio per delle donne bruttine, anche se piene di qualità. E hanno scelto Arisa.
Se in seguito alla vittoria di Arisa e di quell'altra tizia in Inghilterra, ci fosse un boom di bruttine che vincono festival di canto e recitazione, e se questo boom potesse continuare a lungo, relegando le gnocche incapaci alle giuste nicchie che meritano (calendari, pornazzi, e Bagaglino), allora potrei dire di aver torto e ne sarei anche felice. Prima di allora però, non potrò fare altro che sostenere una semplice cosa. Le persone che credono che la superficialità abbia smesso di regnare nel mondo dello spettacolo, sono in realtà le più superficiali, perchè si credono che una bruttina che vince sia una rivoluzione definitiva per un mondo che guarda notoriamente all'aspetto.
Nel frattempo, siccome questa canzone tortura la mia mente, ho deciso stamattina di unirmi a quelli che hanno fatto una parodia. Se qualcuno decide di cantarla usando le parole che ho scritto me lo faccia sapere.



Mediocrità
Se vuoi le cose sempre semplici
Se sei un campione d’incapacità
Questo paese adorerai

Mediocrità
Parola d’ordine in politica
Dove un eunuco senza critica
Una carriera si farà

A scuola eri un deficiente
Rischiavi anche l’anno all’asilo
E non mi stupisce per niente
Se ami Natale sul Nilo
Personalità inconsistente
Col fisico un po’ repellente
Con un umorismo scontato
Banale e mal riciclato
E mo
Che c’è il Grande fratello
Tu mi
Dici che è anche bello
Ma dai
Ci sei o ci fai
Hai proprio una bassa autostima
Direi che stai peggio di prima

Mediocrità
Se sei convinto che lo scrivere
Senza il T9 sia impossibile
Il caro Moccia arricchirai

Invidi i coniugi d’Erba
Che sono ogni giorno alla tele
Vorresti calciare un pallone
Invece di stare a lezione
Vorresti palpar le veline
E non saper le tabelline
La tua vita è troppo dura
È quasi come la cultura

Mediocrità
Nel mondo magico della TV
Tu sogni di finire su di più
E di cantare in play back

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

3 commenti:

Fonzie ha detto...

alla tizia inglese hanno detto che se faceva un porno gli davano i soldi visto che è vergine...

Edric Ant ha detto...

brrrrrr....

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.