Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

giovedì 12 marzo 2009

Senza offesa per Braccio di Ferro.

Ho sempre pensato che la maggior parte dei rifondaroli fossero una massa di ritardati.
E qui ne ho avuto la prova.
Franceschini dice qualcosa di Sinistra, il Governo - stranamente - risponde succhiamelo (fatta eccezione per la Lega e qui lo stranamente non è ironico). Rifondazione invece rompe i coglioni perchè la proposta dei Franceschini sarebbe una elemosina di Stato. Il bello è che hanno fatto pure passare qualche giorno prima di dire questa stronzata, come se la loro fosse una scelta ponderata e saggia.
Mi sento confuso: se un'imposta a favore dei poveri è definita come un'elemosina, allora la distribuzione del pane fatta da Rifondazione cos'è?
Non mi stupisco se poi Moretti rompe tanto i coglioni gridando dì qualcosa di sinistra!
Ti credo! Se appena uno del PD dice qualcosa di sinistra gli vai a rompere i coglioni è normale che sia così raro, insomma parliamo del PD, bisognerebbe apprezzare queste sporadiche manifestazioni in cui uno di loro per sbaglio dice qualcosa che si avvicina vagamente alla sinistra!
E invece no, per i rifondaroli o tutto o niente, anche se siamo in tempi di crisi, qualsiasi sfigato a 23 anni deve avere già un lavoro piacevole e ben pagato, la casa di proprietà, posto fisso e pensione garantita, la donna e anche l'amante. E se non li ha, tanto vale che muoia di fame per strada! E siccome sono delle persone con degli ideali se gli offri un lavoro, poco pagato ma meglio di niente, lo rifiutano.
Come la vogliamo mettere, fanno così perchè hanno questo idealismo perverso e infantile nel DNA o perchè rosicano per il fatto di non aver manco una poltrona e hanno deciso di fare ostruzionismo per vendetta contro chiunque?
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.