Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

sabato 21 marzo 2009

Prevenire è meglio che curare

Fonzi ha fatto notare una cosa interessante nell'ultimo post, avrei voluto rispondere lì, ma mi veniva un commento troppo lungo, cosa che odio, quindi preferisco scrivere una risposta in forma d post.
Fonzi ha ricordato che tutti si sono accaniti che contro il papo, ma che lui, per quanto sia uno schifoso, aveva anche chiesto alle multinazionali farmaceutiche di concedere alle nazioni più profondamente colpite i loro farmaci per il vaccino dell'AIDS a gratis.
Detta così sembra un bel gesto.
Ma non lo è.
Non mi risulta che i capi delle multinazionali farmaceutiche siano dei filantropi e l'appello del papa - come tutti gli altri rari appelli sensati - finirà nel vuoto. Però il papa continua a farli, anche se sono inutili.
Il papa dice fermate la guerra e nessuno se lo caga perchè l'idea che gli Stati smettano di ammazzarsi perchè lo dice un tizio - specie se è uno come Ratzi - è una pia illusione. Ma intanto il papa ci fa la figura del figo perchè si è schierato a afvore di una cosa buona. Stesso discorso per la richiesta delle cure gratis. Non ti costa niente chiederlo, tanto rifiuteranno, ma intanto ci fai bella figura.
Ma anche se una multinazionale desse retta al papa sarebbe uno schifo.
Il nostro mondo è regolato dalle leggi del profitto.
E non puoi chiedere a una multinazionale di rinunciare al profitto dando via milioni di farmaci a gratis.
Specie se puoi combattere una malattia molto più facilmente prevenendola incece che curandola (Mentadent P docet!).
Per combattere l'AIDS curandolo spendi miliardi di dollari a forza cure e medicine; per combatterlo prevenendolo coi profilattici spendi due soldi a confronto.
Perchè non puoi fare la seconda scelta. Perchè qualcuno dice che ha un amico invisibile che si offende. Capirete che se voi foste il dirigente di una multinazionale e vi chiedessero di spendere miliardi di dollari invece che qualche milione come risposta dareste un robusto vaffanculo!
Oltretutto, siamo sicuro che la Chiesa non segua le leggi del profitto?
Con tutti le banche, gli immobili e gli introiti che ha pensate non le segua?
Se non le seguisse e fosse REALMENTE dalla parte dei bisognosi, la Chiesa non dovrebbe fare altro che comprare le medicine contro l'AIDS alle multinazionali per poi regalarle ai paesi sotto pandemia. Ma non lo fa.
Preferisce costringere le multinazionali a perdere soldi per combattere una malattia che si è rifiutata di combattere nella maniera - fino a prova scientifica contraria - più efficacie conosciuta.
Mi sto ergendo a difesa delle multinazionali?
Non credo.
In fondo, come dice Luttazzi, la Chiesa non è altro che la multinazionale più antica!
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

2 commenti:

Prepuzio ha detto...

Non solo, ha anche inventato il "viral marketing".

Big S ha detto...

Ma qualcuno ha mai isolato quel fottuto virus?
sono più di 20 anni che ricercano ricercano e ricercano...qualche risultato??
Brutta notizia,il vaccino per l'AIDS non esiste.Tutti i vaccini per il virus in questione sono in fase di sperimentazione e l'unico risultato che sono riusciti ad ottenere è stato uello di mettere sotto rischio maggiore i vaccinati.
Un vaccino si ha dopo l'isolazione del virus, e il virus si isola solo dopo averlo trovato e osservato in laboratorio.
Inoltre la relazione tra HIV e AIDS non è un fatto scientificamente provato.Come non è un fatto scientificamente provato che si muoia di HIV.Si muore per malattie correlate allo stato di immunodeficenza causato dall'AIDS.
Traete voi le vostre conclusioni.

se volete rispondete sul mio blog!

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.