Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

venerdì 27 marzo 2009

Chissà cosa sta guardando?

Ci vorrebbe un premio speciale per chi riesce a essere così poco fotogenico. Il caro Walter potrà anche sforzarsi di fare le pose più elaborate per risultare un bellone su Fakebook, ma finchè uscirà di casa troverà qualche fotografo appostato che lo ritrae con espressioni simili.
Povero Walter, in fondo è una vittima del social network.
Perchè Berlusconi, a capo di un Governo e di un'azienda, è riuscito a gestire un paese (bene o male a seconda delle opinioni, ma di fatto ha lavorato) e a fare una campagna elettorale in grande stile come suo solito per piazzare il suo pupillo, mentre Veltroni non ha fatto quasi niente per convincere i sardi a votare Soro?
Se Berlusconi aveva tanti impegni, cosa doveva fare Veltroni di così tanto importante? Vedersi con gli altri rappresentanti dei Governi ombra di tutto il mondo? Drogarsi? Cercare di entrare enl cast del prossimo Sex and the City perchè si sente già tanto newyorkese? Avere appuntamenti galanti con altre donne ombra?
No, niente di tutto ciò!
La verità è che Walter ancora soffre della ben nota dipendenza da facebook, di cui tutti noi abbiamo sofferto nelle prime settimane. Il problema è che sono mesi che dura per lui. E mentre Cappellacci vinceva in Sardegna e Soro scompariva nell'oblio, Walter era evidentemente impegnato a raggiungere il 24esimo livello a guerra di bande e comprare finalmente - dopo tanti risparmi - l'agognato casinò; oppure compilava uno di quegli spassosissimi (e inutili) test che gli avevano mandato; oppure cercava di farsi accettare da quell'amica del circolo del '74 che ha saputo dal miglior amico della sorella dell'ex ragazza del compagno di partito di sua cognata che è sempre stata una che andava a letto con tutti.
Fatto sta che facebook non lo ha aiutato a vincere e risultare più simpatico del Berlusca, forse gli si è addirittura rivoltato contro. E ora, come se non bastasse, avrà anche me che lo molesto virtualmente. Ebbene sì, non ho resistito.
Gli ho mandato una mail
se diventi membro di questo gruppo ti stimo http://www.facebook.com/group.php?gid=31471152927#

il gruppo in questione è AMANTI DELLO SCHIAFFO SUL SEDERE DURANTE LA PECORINA. Giuro che se accetta l'invito lo stimo per davvero! Potrei anche continuare a visitare il suo profilo, mi piacerebbe confrontarmi con lui sul suo modo di pensare e su quello che ha scritto nel profilo. Ad esempio, secondo me Eyes wide shut fa cacare.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.