Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

lunedì 30 giugno 2008

Doppiamente zozzi


DOPPIAMENTE ZOZZI


Grazie ai miei studi ho scoperto una piccola curiosità. Caratteristica peculiare del medioevo è l'assenza di un buon sistema sanitario e scarsa pulizia con conseguenti epidemie e morti. Pensando però al mondo dell'antica Roma ci vengono in mente grandi bagni pubblici, terme private o meno, grandi condutture, acquedotti e un complesso sistema di fognature. Famose le immagini che ci vengono alla mente di uomini e donne immersi in grandi vasche, più o meno vestiti e più o meno suddivisi per sesso. Un mondo che tra le sue caratteristiche non prevede la presenza di grandi malattie ed epidemie, anzi, tutto il contrario, una società con un alto rispetto per la pulizia se paragonata a quella dei secoli bui. Eppure questa società romana veniva prima di quella medievale. Insomma l'igiene sembrò peggiorare piuttosto che migliorare.

La causa? Stranamente ancora quella grande piaga dell'umanita' chiamata cristianesimo. La religione degli zozzoni.

"Costruito e imposto" il cristianesimo aumento' in modo esponenziale in numero dei moralisti e puritani che vedevano l'unione di persone nude o seminude, uomini e donne, in ampie vasche e spazi aperti come qualcosa di scandaloso e decandente, come la tentazione verso il peccato. Quindi quale migliore soluzione se non avvicinare il simbolo dell'imoralità, della tentazione e del maligno a quello dell'acqua? Stare lontani dall'acqua assunse il valore di stare lontani dal male e dal peccato, e se peccavi non era difficile immaginare cosa poteva accaderti, anche in quell'ipotetico aldilà. Fiamme dolore, frustate, grida e cazzi vari. Oggi c'e' anche chi si diverte quindi e' questione di punti di vista.

Avete mai notato come l'acqua abbia un valore cosi importante nella societa' pre-cristiana, non solo dalle cose dette in precedenza ma anche dal punto di vista della mitologia e dell'attivita' fisica ( Grecia - Olimpiadi). Poi per tutto il medioevo fino all'eta Vittoriana, quindi circa 15 secoli di tutto cio' in Europa non si parla minimamente, solo qualche accenno, fontane costruite qua e la. Solo dopo l'eta Vittoriana l'argomento e' di nuovo in ballo dal punto di vista sanitario, artistico, poetico e sportivo.

Questi membri del clero sono doppiamente zozzi in quanto da una parte si divertono con bimbe, bimbi, uomini e donne, mentre a noi impediscono di fare tutto ciò senza un motivo accettabile e dall'altra perchè hanno contribuito al diffondersi di carestie e pestilenze.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

3 commenti:

Rufus86 ha detto...

Confermo la mia tesi: il cristianesimo è peggio della pestilenza...in tutti i sensi!

T ha detto...

Eh lo so. Ma e' cosi radicato. se la massa non fosse cosi' ignorante e fosse dotata di una buona analisi critica ci potremmo togliere dalle palle questa robaccia. E piuttosto che farci perdere pomeriggi interi al catechismo da bimbi potrebbero farci studiare cose che potremmo applicare nella vita futura. Invece ci insegnano ad adorare qualcosa che dovrebbe stare al di sopra di noi. L'immagine dell'uomo che adora un IDOLO creato a tavolino, e' totalemente degradante.

Ne ho a bizzeffe di post sull'argomento.

Anonimo ha detto...

Il cristianesimo *é* la pestilenza per definizione! E i preti portatori sani di paura, sudore, lacrime e, soprattutto, ignoranza. Tantissima. (Anche se bisognerebbbe specificare "cattolicesimo" im molti casi)

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.