Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

mercoledì 12 settembre 2012

Lavorare con lentezza

A cosa pensano gli italiani in questi giorni?
Non siamo pessimisti, non è vero che gli italiani non pensano a niente!
Ultimamente i maschi italiani stanno tappezzando le loro bacheche su fichibook riportando i risiltati di ricerche scientifiche che riportano che bere lo sperma aumenta la serotonina, previene la depressione e concilia il sonno, sperando che le loro fidanzate ci caschino. Qualcuno abbocca.
In mancanza di altre notizie calde e veramente importanti per ora non c'è un trend il che è anche abbastanza straoirdinario, dato che in genere la gente è parecchio omologata.
Ma c'è qualcosa che ancora è sulle bocche e le bacheche fb dell'uomo medio.
L'odio per Monti naturalmente.
Che Monti ci stia dando giù sul cittadino medio è fuori discussione.
Ma cosa fanno gli altri?
Gli italiani, oltre a criticarlo e a scrivere il proprio astio su blog, twitter, facebook o cazzi vari fanno poco, come già detto.
Un italiano in particolare ha fatto quello che nessun italiano medio si sogna di fare. Se n'è andato in vacanza, dimostrando per l'ennesima volta che Berlusconi ha capito tutto dalla vita.
Non c'è fretta se vuoi riprendere un potere, nel frattempo vattene in Africa dove non si fanno problemi se palpeggi le minorenni, basta che usi le precauzioni. Tanto chi va in Africa, se è abbastanza sveglio non ci resta per viverci fino alla morte, basta starci quel tanto che basta per divertirsi. Gli italiani non si faranno problemi se poi torni e ti candidi per metterglielo al culo di nuovo.
Cosa stannpo facendo invece i politici dell'Opposizione?
Si sono messi su un progetto che ritengono importantissimo, ben più importante della disoccupazione, dei tagli, delle tasse, della povertà: la riforma elettorale.
E ancora non hanno concluso un cazzo.
Già è abbastanza grave che la politica sia così autoreferenziale da occuparsi solo delle leggi che la riguardano, almeno si diano una mossa!
Sono mesi che ci stanno sopra.
Almeno Monti qualcosa l'ha fatto. Poco, male, ma l'ha fatto!
Perchè? Perchè c'è chi la vuole cambiare e, ovviamente, c'è chi ci si è affezionato. Perchè teme di restare fuori dal gioco. Fra questi c'è Casini ovviamente.
Paladino dellla famiglia, dei giovani, delle riforme necessarie, a lui non va bene.
Per qualche motivo che non ho capito (e non voglio capire, perchè non intendo ascoltare i suoi arrampicamente sugli specchi) la riforma elettorale andrebbe contro il bene del paese.
Non perchè rischierebbe di escluderlo dalla vita politica (il che non è neanche detto, dato che potrebbe perfettamente mimetizzarsi nel PD), assolutamente no!
Casini non si vuole schierare, nè col PD, troppo imbarazzante per le sue annacquate simpatie sinistroidi, nè col vecchio compagno di merende del PdL, troppo imbarazzante e basta. Casini vuole stare in mezzo ai due, ma con nessuno dei due, come una profumiera pluricorteggiata da entrambi i contendenti, troia di tutti (ma ufficialmente vergine), moglie di nessuno. Se per caso non raggiungesse abbastanza voti starebbe fuori dal gioco.
Questo è il problema della democrazia italiana.
Chi vale meno grida di più.
Nessuno al PD ha avuto l'idea di zittirlo in quanto individuo umanamente e politicamente inutile. Perchè anche buona parte del PD ha le manie di Casini, non vuole rompere definitivamente con nessuno, dato che potrebbe essere un traballante alleato per fare numero.
E Monti non ci pensa neanche a prendere una decisione a rigurardo. Primo, perchè a lui non gliene frega niente della politica italiana dopo di lui, lui tornerà a fare il professore portando a casa il titolo di peggior Presidente del Consiglio, almeno fino a quando non ci sarà il prossimo Governo che tenterà di alzare le tasse.
Secondo, perchè già deve stare attento a non farsi silurare per le riforme che sta facendo e la riforma elettorale è probabilmente la riforma per la quale i suoi sostenitori più dubbi lo potrebbero silurare.
Di questo passo arriveremo alle prossime elezioni senza una riforma elettorale o, almeno con una sua versione poco incisiva per far contente le varie mosche cavalline.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

1 commento:

Rima ha detto...

Gli italiani (povera gente) non sono abituati ad usare il cervello, ma il sentimento (o peggio) ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti quelli che vogliono vedere.
Votare personaggi subdoli, ma che incantano i serpenti in campagna elettorale è stato lo sbaglio che ha azzoppato il paese.
Quindi è giusto inveire contro i politici incapaci e fannulloni, ma è più giusto dare del caprone a chi li porta al governo.
Ecco perchè il futuro del paese è scuro o nero.

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.