Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

martedì 11 gennaio 2011

Gianni, l'ottimismo è il profumo della vita!

Già il fatto che Alemanno avesse raccomandato i suoi amichetti a vari livelli nell'area romana era grave. Del resto la raccomandazione è un triste regola, non un'eccezione qui in Italia.
Quando ho saputo che la giunta comunale era stata azzerata in seguito allo scandalo Parentopoli non sapevo se gioire per una una crepa in Maggioranza o se provare rabbia per l'ennesima, triste figuraccia che mi rende poco felice di essere romano e italiano.
Quando ieri ho letto su un giornale che il gesto di Alemanno era considerato coraggioso per il PdL ho deciso per optare per il secondo tipo di emozione.
Il semplice fatto che uno faccia una simile affermazione è una tragedia.
Con quale faccia si può definire coraggiosa una persona che cerca molto goffamente di occultare accuse di nepotismo scaricando gli stessi amichetti che prima ha raccomandato?
Come si può gioire per una giunta che è stata azzerata qualunque ne sia la motivazione?
Se c'è un idiota che fa una simile affermazione significa che ci sta qualche ritardato disposto a crederci, significa che l'Opposizione non ha abbastanza polso da far leva su un avvenimento simile per dimostrare l'incompetenza di Alemanno.
Io ho sempre pensato che il nepotismo sia un gravissimo crimine.
Il nepotista è colui che toglie il lavoro a una persona valida per darlo a una persona che in genere non lo merita, o che quantomeno dovrebbe ricevere la stessa considerazione dell'altra.
Se dobbiamo mandare in prigione chi ruba un pezzo di pane perchè non possiamo mandare in prigione chi ruba un lavoro?
Ma a quanto pare in Italia sono l'unico a pensarla così.

La Destra ha fatto un bordello immane quando ci fu lo scandalo di Marrazzo.
Marrazzo ha pagato e i soldi che utilizzò per pagare droga e transessuale non erano presi dal Comune, erano suoi. Certo, qualche vecchio e qualche sfigato sostengono che utilizzò soldi pubblici, ma loro ripetono la vecchia cantilena dei politici che usano i soldi nostri, cosa che non è stata provata nel caso Marrazzo.
Fatto sta che Marrazzo ha pagato per una sveltina; Alemanno, che ha regalato lo stipendio a persone che non lo meritavano, sta ancora al suo posto. E viene addirittura definito coraggioso.
Sbaglio o qualcuno ha due cosce di prosciutto sugli occhi?
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.