Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

lunedì 1 novembre 2010

NO-IO-SOOOOO!

L'Italia è un paese noioso.
Prevedibile, scontato, stupido e inutilmente infervorato, come se potesse cambiare da un momento all'altro se ci si indigna per le cose di sempre.
Ma tanto non cambia.
L'Italia è un paese noioso.
Succedono sempre e comunque le stesse cose, si ripetono, sono sempre le stesse cose un po' ridicole e sono ancora più ridicole se pensi che sostanzialmente è sempre la stessa pappa e teoricamente dovremmo fregarcene o affrontare questi problemi in una maniera diversa, siccome l'altra volta non è finita bene.
Ma la memoria degli italiani fa pena.
Il Governo Berlusconi fa l'ennesima figura di merda, cosa che in un paese serio andrebbe vista come un fallimento, ma che comunque la Maggioranza minimizza e l'Opposizione non sfrutta bene; l'Opposizione, è divisa, c'è chi è troppo pusillanime e chi è troppo aggressivo, qualcuno dice che il PD andrebbe abbattuto, il PD si indigna e si divide, la Sinistra radicale gongola, ma è sempre confusa, Grillo nel fa di tutti l'erba un fascio; scoppia uno scandalo con Berlusconi, si indignano tutti, Berlusconi minimizza o mente spudoratamente, l'Opposizione gli chiede di dimettersi (se non si è dimesso per tutti i processi che pendono sulla sua testa perchè dovrebbe dimettersi per l'ultimo scandalo, che al confronto dei precedenti è una marachella?); I Giornali di Berlusconi (non di Silvio Berlusconi, di Paolo Berlusconi, ovvero una cosa completamente diversa!) dopo lunghe ricerche da veri giornalisti tirano fuori che uno dei detrattori del Governo nel lontano '98 non pagò una multa in divieto di sosta e lo mettono sullo stesso piano di Berlusconi; Vespa indice una puntata per qualsiasi minchiata, Grillo dice come sempre che è tutto un magna magna; emerge un delitto efferato quali il caso di Avetrana, Cogne, Novi Ligure, Erba o qualsiasi altro omicidio che coinvolga almeno un infanticidio, una torbida storia d'amore o violenza domestica e questo basta a fare indignare morbosamente gli italiani come se fosse il primo fatto di cronaca nera della storia d'Italia; tutti vanno a vedere Bruno Vespa o comprano i giornali unicamente per informarsi di questo fatto, tralasciando le pagine che descrivono l'ennesima manovra finanziaria che sentiremo solamente quando ne avremo almeno 5 centimetri nel culo; i più intelligenti decidono di guardare il Grande Fratello per distrarsi.

L'Italia è un paese noioso.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.