Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

mercoledì 10 novembre 2010

Ma la vogliamo dire una cosa?
Non me ne frega niente se Berluschino va a donne.
Andrebbe condannato perchè Ruby è minorenne; andrebbe condannato perchè la prostituzione è stata vietata sotto il suo Governo e lui ne fa uso e abuso come se niente fosse; andrebbe condannato perchè ha liberato una donna che andava mandata in prigione, compiendo un abuso di potere.
Il problema è che tanto col Lodo Alfano è immune, volendo Silvio potrebbe anche stuprare, torturare, uccidere e mangiare Ruby senza farsi un giorno di prigione.
Ma aldilà di tutto questo non ci si dovrebbe stupire se un uomo come lui va a troie, se fossi ricco, potente, appena divorziato per la seconda volta e con una legge fatta da me che mi dà l'impunità totale penso che lo farei anche io.
Il problema non è che lui vada a troie, ma che lo gente che lo vota lo ammiri per questo.
È sempre grottesco sentire i discorsi degli autobus.
Gli autobus sono pieni di tre categorie di persone principalmente: immigrati, studenti e vecchi. Gli immigrati non votano e non fanno testo, e non parlano di politica in italiano perchè se lo facessero rischierebbero il pestaggio; gli studenti delle superiori per la maggiorparte nopn capiscono un cazzo e per fortuna una parte di loro ancora non può votare; e poi i vecchi.
Credo che la maggiorparte dei vecchi lo voti grazie all'Alzheimer. Ora un parte di essi inizia a rinnegarlo perchè la demenza senile non è così grave da precludere loro la possibilità di vedere quanto stanno andando male le cose, un'altra parte lo rinnega ora grazie (quanto è triste dirlo!) grazie al vecchio ipocrita moralismo DC; poi ci stanno gli stati avanzati della demenza, quelli irrecuperabili, quelli con i quali continueranno a votarlo fino alla morte.
Questi sono davvero spassosi.
Sentendo la vecchia zoccola farneticare è uscito fuori sono invidiosi perchè lui può permetterselo di farlo.
A questo punto mi viene un pensiero.
Non mi risulta che il politico medio, di Destra o di Sinistra che sia, non possa permettersi almeno una serata in stile Berlusconi. L'unica cosa di cui può disporre unicamente il pedopremier è dell'immunità completa, anche se anche i politici italiani, nel loro piccolo, possono permettersi di fare quello che cazzo pare loro.
L'unico problema è che quando viene colto in fallo un politico dell'Opposizione questi ha il buon gusto di dimettersi, cosa che non vedo fare da un politico del Governo da secoli.
A questo punto si ritorna al punto di prima.
Se i politici non fanno i festini che fa Berlusconi è perchè magari Berlusconi non ha quel senso ipocrita e moralista che hanno la maggiorparte dei politici che impedisce loro di fare quello che ha fatto lui (a parte Mele che, proprio a proposito di ipocrisia è dell'UDC!).
O magari i politici sono più bravi a nasconderlo rispetto a Berlusconi, che a quanto pare sta poggiando paradossalmente la sua fama proprio sul suo essere un puttaniere.
Inizio a pensare che la gente che ancora lo vota e continuerà a votare lo faccia proprio per questo.
Forse una speranza inconscia da pezzente che un giorno anche loro potranno andare a troie minorenni, dimenticando la regola aurea della vita: chi ha soldi e potere può, chi è un pezzente nella vita e nell'animo no.
Forse chi lo vota è così imbecille da credere che Ruby sia andata a bungabuntgare con Silvio solo perchè lui l'ha salvata e perchè racconta barzellette da brivido.
Delle due l'una: o appoggiano una persona che si vanta di andare a troie o credono che questa persona non abbia bisogno di soldi per fottere.
Non so quale sia peggio delle due.
In ogni caso, dopo aver speso ben due post sulla spazzatura mediatica vorrei ricordare che la spazzatura a Napoli è tornata. E Bertolaso se ne va in pensione prima che qualcuno abbia da dire qualcosa sul suo misero fallimento.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.