Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

mercoledì 24 settembre 2008

1001 modi per definire un morto ammazzato.

Davvero patetici!
Maroni non aspettava altro che inneggiare alla guerra civile fra lo stato italiano (Padania) e Camorra (Terronia con Sicilia, Calabria, Campania e Puglia riunite in un nuovo fantapolitico Regno delle due Sicilie).
Bisognerebbe allora fare finalmente la tanto amata secessione con la conseguente guerra civile, guerra che tanto, secondo il signor Brown dalla cravatta verde, è già cominciata.
Chiamiamo in campo nordisti e sudisti, il generale Grant contro Lee, Dixie Land, ci vuole il settimo cavalleggeri, con tanto di carica finale, Rossella O'hara, comari africane e francamente me ne infischio.
No signori miei, la camorra potrà pure centrare, ma sicuramente non vuole scatenare la guerra civile, il sud precipiterà nel terzo Mondo grazie a questo Governo e la camorra non vuole altro.
Il Governo può dare la colpa ai neri, agli immigrati, alla camorra, ai napoletani, anche a un indefinito gruppo che compie azioni terroristiche, termine ormai abusato e usato talmente a sproloquio che anche un barbone che piscia su un prato potrebbe essere definito tale.
Ma ad ammettere che se ci sono tanti casini è per colpa di qualche scelta non ci pensa nessuno?
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

3 commenti:

irezumi ha detto...

Scusate ma vengo dal sud e mi chiamo Rossella, quel ruolo mi spetta di diritto! è_é

Dal terzo mondo per adesso è tutto, vi terrò aggiornati^^

(anche se questo blog non è una testata giornalistica... si intende ;)

Rufus86 ha detto...

Che poi il terzo mondo quegli idioti della Lega ce l'hanno dentro al cranio. Hanno il cervello in via di sviluppo.Che pupazzi. Ma non devono vergognarsi tanto loro,quanto quei cerebrolesi che li votano. Bah

P.S. Forza Lazio seconda in classifica

Edric Ant ha detto...

Caduta di stile.

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.