Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

venerdì 28 marzo 2008

La bufala Italiana


Quando lo dicevo io ad ora di cena parlando con i miei sembrava quasi che io fossi un pazzo,un paranoico con turbe mentali che si fa delle fantasie che non stanno né in cielo né in terra. Del resto non mi aspettavo di essere creduto all'unanimità, ma a quanto pare la storia mi ha dato ragione. Le tonnellate di rifiuti che sono state fatte stagnare per mesi nelle “stupende” piane campane hanno avuto il loro decorso infausto sull'agricoltura e la pastorizia. Da qualche giorno la Cina la Corea e la Francia hanno deciso di “bloccare” temporaneamente le importazioni di mozzarella di bufala campana nei loro paesi per verificare la presenza di diossina dei nostri prodotti tipici. Allora, che la Cina e la Corea vengano a fare storie a noi sul mangiare e sui prodotti alimentari di nostra produzione mi pare un po' un “nonsense”, è un po' come se il governo Irlandese ci venisse a dire di darci una regolata con gli alcolici in Italia o che il Sudafrica ci desse dei consigli su come evitare la diffusione del virus HIV nel nostro paese. Il problema però si allargherà a macchia d'olio molto in breve: siamo stati degli idioti. Idioti perchè abbiamo permesso che l'indolenza di quei pochi che un minimo contano, abbia fatto stagnare tonnellate di immondizia nelle nostre città e campagne. Idioti perchè come al solito non siamo riusciti a far costruire discariche con cui i napoletani, da bravi pulcinella, ovviamente non vogliono avere a che fare. Come se la spazzatura nelle altre regioni evaporasse tipo deodorante spray. Perchè le autorità non hanno forzato i posti di blocco dei dimostranti quando era il momento? Le discariche stanno in tutta Italia, non ho capito perchè dobbiamo per forza smaltire noi i rifiuti di qualcuno che è talmente salutista da non volere discariche vicino casa propria (ma che preferisce che le proprie città vengano sommerse dalla spazzatura).

E ora per queste cazzate a pagarne le conseguenze siamo noi tutti, l'economia Italiana e la nostra già discutibile reputazione all'estero.

2 commenti:

irezumi ha detto...

"E ora per queste cazzate a pagarne le conseguenze siamo noi tutti, l'economia Italiana e la nostra già discutibile reputazione all'estero."

Parole sante.

Tancredi ha detto...

La cosa che più mi preoccupa è che questo scatenerà la paranoia nei consumatori italiani.
Anche dopo mesi che la cosa sarà stata risolta gli italiani continueranno a non prendere la mozzarella come è successo con la storia dell'aviaria e del pollo. Prima del tracollo delle esportazioni ci sarà quello che riguarda il commercio interno.

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.