Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

giovedì 24 marzo 2011

Emergenza nucleare

Qualche giorno fa ho parlato della questione nucleare.
Dopo una dura giornata di lavoro oggi ho fatto il grave errore di connettermi a faccialibro per svagarmi e ho trovato l'avviso di una mia amica, consistente in una di quelle simpatiche catene di persone che credono di cambiare il mondo stando collegate tutto il giorno su internet condividendo link socialmente utili secondo i canoni personali.
L'avviso incriminato era un avvertimento sul pericolo delle radiazioni dovute alla nube radioattiva che presto arriverà in Italia. Consigli dell'avviso: stare chiusi in casa e mangiare sale iodato. Come se bastasse in caso di minaccia reale.
La mia amica in questione è una nota isterica che adoro prendere per il culo, ma la sua argomentazione principale era il definire le fonti del suo messaggio come ATTENDIBILI.
Divertito più che altro da tale definizione ho dato un'occhiata.
Questo si tratta di un argomento alquanto spinoso perchè ideologicamente puzzolente.
Chi è di Destra tende a minimizzare, perchè spera in un Governo che approvi la costruzione di centrali nucleare (in barba agli avvenimenti), chi è a Sinistra tende a ingigantire, in modo da ostacolare il nucleare.
E a me queste prese di posizione per principio fanno notoriamente schifo.
In fondo basta guardare il nome della fonte e diffidare sia individui come Scajola, sia di quelli come Alfonso Pecoraro Scanio.
Questa fonte ad esempio è un poco più fattibile.
L'evenienza che la nube passi per l'Italia è soggetta a calcoli probabilistici, più probabilmente passerà per la Francia (ai francesi in fondo il nucleare piace quindi è giusto) mentre l'eventualità che passi da noi è meno fattibile. Il grado di molecole radioattive nell'aria sarebbe comunque non problematico. E le fonti ATTENDIBILI già crollano.
Per carità, mi piace spizzare qualche articolo di Giornalettismo, va bene l'informazione alternativa, ma anch'essa va presa con le pinze.
Il problema è fondamentalmente semplice.
Non è la prima volta che ci sono fuoriuscite radioattive, chi ha uno sputo di cultura conosce senza problemi quella di Chernobyl dell'86, chi si documenta un po' di più sa che ve n'è una anche precedente in America a Three Mile Island (ovviamente meno conosciuta perchè è molto più facile dire che siano i comunisti quelli che vogliono distruggere il pianeta!).
Anche in quei casi ci fu fuoriuscita radioattiva, anche in quei casi una nube si propagò nel mondo.
E fino a prova contraria Chernobyl è molto più vicina a noi di quanto lo sia Fukushima. Se ci siamo salvati a quella, che aveva il livello massimo conosciuto di radioattività, non avremo problemi con la fuoriuscita di Fukushima, di gran lunga più lontana e, almeno per ora, meno ingente. Inutile dire che per trovare siti senza sparate deliranti si debba cercare roba in inglese!
Detto questo non ho nessun problema nel dire che Scajola e che chiunque in questi giorni si dica favorevole al nucleare in Italia sia un emerito merdone.
Comuqnue sono sicuro che ci saranno più scene d'isteria qui in Italia, che ce l'abbiamo a migliaia di km piuttosto che in Giappone, che hanno la crisi atomica sotto casa.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.