Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

martedì 22 novembre 2011

Kennedy

Oggi è l'anniversario dalla morte di John Fitzerald Kennedy, a mio modesto parere uno dei migliori presidenti degli USA, con siderando anche i suoi inevitabili lati oscuri.
Tralasciando la sua scontata biografia e le varie teorie complottiste che riguardano la sua morte - fattibili o campate per aria che siano - mi vorrei concentrare su un breve elemento collegato a tale personaggio.
Kennedy era amato, ma anche odiato.
Kennedy è stato un esempio di leader schierato a favore della libertà, ma è anche stato accusato di aver abusato dei suoi poteri. Cosa dell'altro inevitabile, dato che gli Stati Uniti sono una democrazia con un forte esecutivo dove la differenza fra uso e abuso del potere è assai labile.
Kennedy è stato protagonista di grandi momenti nella storia del XX.
Sicuramente è stato un uomo da grandi qualità e tutta la famiglia Kennedy è nota per aver avuto forte influenza sulle sorti del paese.
Ma queste cose non bastano.
Kennedy è stato un grande presidente perchè ebbe il coraggio di andare contro le lobbies che gli impedivano di cambiare il paese.
Ha accettato le conseguenze delle sue azioni, ovvero essere odiato dai conservtori a cui ha pestato i piedi.
Kennedy ha governato una nazione democratica. Democrazia significa che hanno diritto di voto sia coloro che vogliono un mondo nuovo e migliore, sia quelli che vogliono che le cose peggiorino o non cambino per il proprio tornaconto personale.
Kennedy andò contro queste ultime, contro i razzisti, contro i guerrafondai, contro i petrolieri.
Attirò il loro odio e lo resse fino a quando non morì mentre faceva ciò in cui credeva.
Che il colpo sia partito da un sicario dei reazionari, dalla mafia, dai comunisti o da un terzo schieramento che non conosceremo mai non ci interessa.
Chi vuole farsi amare da tutti è un illuso perchè è impossibile.
Ed è un codardo, perchè accontentare tutti significa fare felici anche coloro che non lo meritano e che impediscono agli altri di esserlo.
Quando un personaggio politico viene acclamato da amici e nemici diffidate di lui, probabilmente si è venduto ai suoi nemici.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.