Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

lunedì 4 luglio 2011

Arrampicarsi sugli specchi

Vorrei avere il tempo e la voglia di guardare il testo integrale che riguarda questa norma, ovvero quella che riguarda la sospensione per condanne civili che vanno oltre i 10 milioni di euro. Non so quante siano le persone in Italia che hanno sul groppone condanne che riguardano cifre simili, ma ho come l'impressione che fra queste persone ci sia casualmente anche Berlusconi e qualche suo amico. Poco ci è mancato che questa simpatica postilla non uscisse prima delle condanne definitive per gli autori del crack Parmalat. La cosa che più mi piacerebbe sapere è in quale modo si può giustificare qualcosa di simile, come se chi ha sulla testa condanne per cifre simili non fosse in grado di pagarle senza grandi sacrifici. Datevi un occhiata alle offerte di lavoro e al proliferare di agenzie di recupero crediti. Il povero cristo che rischia di farsi pignorare i mobili perchè non ha pagato 2 rate, quello sì che avrebbe qualche problema a pagare. Qualsiasi sia la cifra. Naturalmente nello stralcio di discussione in TV che ho visto prima di spegnere con soddisfazione è stata che questa legge è stata inserita senza chiare direttive a riguardo. A insaputa di Berlusconi insomma.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.