Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

venerdì 29 gennaio 2010

Ciao JD

Col mio solito ritardo dovuto alla mia disattenzione e i miei recenti impegni, ho appena appreso che l'altro ieri è morto a 91 anni JD Salinger, passato alla storia per aver scritto Il giovane Holden, traduzione italiana del titolo inglese The Catcher in the Rye.
Il fatto che venga menzionato solo un romanzo per tale autore non è dovuto solo al fatto che i giornalisti italiani e compagnia bella sono degli ignoranti che collegano un autore al suo romanzo più famoso perchè è l'unico di cui hanno sentito parlare (e magari nemmeno letto); Salinger ha scritto effettivamente poco e il romanzo in questione è senz'altro quello che lo rende meritevole della sua fama.
La particolarità di JD è quella di essere quasi completamente scomparso dal mondo editoriale e sociale dopo questo il grande successo del suo libro.
Molti artisti dopo un lavoro di successo hanno le porte spalancate davanti a sè, possono continuare a pubblicare opere che, a prescindere dalla qualità riscuoteranno sempre successo, approfittando dell'effetto alone dell'unico lavoro pregevole che li ha portati alla fama e alla gloria. Chiedete a Vasco.
Salinger no.
Ha pubblicato pochi scritti dopo il suo successo, ha rifiutato di concedere i diritti per il film su Il giovane Holden e si è progressivamente allontanato dalla vita sociale concedendo poche interviste e frequentando pochissimi intimi.
Ci sono tre livelli di ignoranza belluina, a partire da quello più alto.
Il massimo dell'ignoranza è quando non hai mai sentito parlare nè di Salinger nè de Il Giovane Holden.
Il secondo livello è quando hai sentito parlare de Il Giovane Holden (ma non l'hai letto) ma la cosa che ti interessa di più di Salinger è che ha avuto questa vita particolare da dureìo schizoide.
Il terzo livello è quando sei un ignorante e l'unico libro che hai letto in vita tua è Il giovane Holden.
Ok, è un bel libro, ma se hai letto solo quello sei una persona triste. In quel caso sei un emo, se hai anche una pistola in mano sei Mark David Chapman.
Ecco, sarà che oggi sono ottimista, ma credo che il livello di ignoranza belluina degli italiani si collochi al secondo livello.
E sono ottimista!
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.