Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

mercoledì 10 giugno 2009

Adesso è diventata una cosa personale.

Grazie, Lega.
Grazie a voi io e migliaia di italiani dobbiamo rimandare i nostri impegni o spostarci da un punto all'altro della penisola per correre e votare per il referendum. Che VOI avete spostato. Sarebbe stato tanto semplice votare il referendum nello stesso giorno in cui si votava per le europee. E invece no, dobbiamo metterlo in due giorni diversi. Così costa di più, così è più scomodo, così migliaia di persone - che spesso anche lavorano o studiano in città diverse dalle proprie - devono buttare soldi per un biglietto di un treno coi cessi intasati per andare a prendere una matita smussata e mettere una X su un foglio di carta riciclata. Bello.
Chi ci guadagna?
1) Trenitalia
2) Alitalia (sempre che ci sia ancora qualche pirla che ci va ancora)
3)....
In compenso vedremo decine di migliaia di persone spostarsi di malavoglia e sotto il caldo. E non una volta sola come sarebbe satto umanamente accettabile, ma due.
Nel mio caso il corso che sto frequentando a Napoli è stato anticipato per permetterci di votare la settimana dopo. E io ho perso la mia sessione di D&d programmata da settimane!
A me è andata bene, perchè ho perso SOLO una sessione di D&d (anche se non potete capire quanto sia grave, specie se contate che è un mese che saltiamo la sessione, cazzo!). Ma pensate a tutti gli italiani scoglionati che devono avvelenarsi il fine settimana per colpa di un partito di tarati mentali.
Gli italiani non hanno dovuto rimandare la loro vacanza di turismo sessuale in Thailandia; non hanno a disposizione aerei statali che li fanno svolazzare; non è che il loro lavoro consiste nel far sudare le loro chiappe su una poltrona imbottita senza fare una mazza dalla mattina alla sera per prendere migliaia di euro al mese.
Gli italiani non sono come i deputati leghisti.
Fanno già una vita di merda per conto loro (e non contenti, continuano a votarli per continuare così) e i leghisti hanno pensato bene di rincarare la dose. E non solo al sud, ma anche al nord e al centro
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

1 commento:

Emix ha detto...

Io non avrei mai rinunciato alla la mia sessione di D&d ;)

Occhio alla lega, se la nomini più di tre volte potrebbe apparirti borghezio nel water. Una cosa poco piacevole.

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.