Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

domenica 17 febbraio 2008

Le puttane innamorate puttane restano.

Il mondo è lastricato di buone intenzioni. E di puttanate.
Spesso, quando si parla di piccoli o grandi personaggi che fanno una cazzata, sento dire che, in fondo, loro avevano buone intenzioni. E io mi dico sempre: STI’ CAZZI!
Bush vuole un mondo democratico e libero (o almeno lo dice). Hitler voleva una razza perfetta che creasse un mondo giusto e avanzato. Bin Laden vuole un mondo senza gli idioti come Bush.Vanno santificati?
Visto il bordello che hanno combinato direi di no. Hanno fatto un sacco di porcate con le migliori intenzioni del mondo (un mondo libero, un mondo perfetto, un mondo senza Bush), ma resta il fatto che hanno fatto un sacco di porcate. E io, quelli che fanno cose simili, non posso che condannarli.
Le intenzioni buone da sole non contano un cazzo! Bisogna trovare un modo intelligente per ottenerle, possibilmente facendo il minor numero di casini possibile!
Anche perché le buone intenzioni sono l’alibi perfetto dei pezzi merda, guarda caso i tre stronzi che ho menzionato questo sono: dei pezzi di merda! Uno fa un casino pazzesco, cerca di ottenere una cosa nella maniera più spregiudicata possibile perché è la cosa più giusta che ci sia e finisce che rovina la vita agli altri, che magari fa qualche cazzata e ingigantisce il casino in nome del suo bell’ideale o stupido sogno.
Gli ideali vanno seguiti, vanno cercati, ma non tutti se li meritano, è una ricerca che andrebbe preclusa agli idioti e ai figli di puttana. La ragazzina che vede quella porcata di Troy, vede quella checca di Paride e quella vacca di Elena che scatenano una guerra per farsi una trombata. E ora diranno che Agamennone la guerra l’avrebbe dichiarata lo stesso, ma questa è una stronzata perché i due piccioncini gli hanno fornito il casus belli e se si stavano fermi, Agamennone non avrebbe avuto il pretesto per dichiarare guerra.
Oppure pensate a Ginevra.
La Tavola Rotonda andava alla grande, le guerre erano finite, Camelot era prospera e lei che fa? Si mette a fare la scema con Lancillotto, divide i cavalieri, distrae Merlino dalle trame di Morgana e manda a puttane tutto quanto!
E ora arriverà l’obiezione da tredicenne della serie “Cioè, ma l’ha fatto per amore!” e io che mi ritrovo costretto a piantare un immaginario bisturi nell’immaginaria carotide dell’immaginaria tredicenne che mi ha fatto incazzare.
STI’ CAZZI DELL’AMORE!
Perché una donna deve mandare a puttane le sorti di un regno intero perché è una moglie insoddisfatta? Si attacchi! O almeno si trovi un amante e se lo scopi in segreto assoluto. Perché Elena doveva farsi la fuga romantica con Paride? In nome dell’amore!
In nome dell’amore un cazzo, bastava vedersi con lui una volta al mese, farsi dare due colpi e aspettarne il ritorno!
E non mi venite a dire che Hitler va condannato e loro no, perché è la stessa cosa, entrambi, in nome di un ideale campato per aria, se ne sono fottuti allegramente del destino di un popolo e in nome di questo hanno fatto quello che cazzo gli pareva.
Dobbiamo giustificare una troia che scappa con l’insegnante di salsa, lasciando marito e figli in nome dell’amore? Dobbiamo essere indulgente verso un pezzo di merda che ha una doppia vita con due mogli e due famiglie perché le ama entrambe? Dobbiamo perdonare un bastardo che stupra una ragazzina cretina perché dice che si amano? Io non credo proprio.

13 commenti:

gianni vero ha detto...

confermo la mia tesi dell'omosessualità latente

Rufus86 ha detto...

Che c'entra con il post?

Tancredi ha detto...

Cose nostre, rufus.
Gianni è un fan molto attaccato alla mia persona. Ecco perchè cerca di convincermi che sono omosessuale :P

Tancredi ha detto...

Mi fa comunque piacere che gianni visiti il blog. Ma questo non significa che l'attrazione che prova per me sia ricambiata :-D

Arthur ha detto...

Pensavo di trovare un tal darth in questo blog, che commentava ieri sul blog di Irezumi, mi sembrava avesse un modo di scrivere simile al vostro. Ero già passato tempo fa a vedere questo spazio e mi sembra stiate mantenendo la costante dell'odio egregiamente, questo post la dice lunga.
Non posso che allontanarmi dal pensiero di tancredi, non fosse per l'amore, il mondo sarebbe finito da un pezzo.

Tancredi ha detto...

Arthur.
L'amore da solo non basta. Noi non critichiamo l'amore, critichiamo la tendenza delle persone a pensare che basti solo quello per risolvere le cose, dimenticando l'intelligenza, la cultura, la coerenza e lo stile.

Forse l'amore è il carburante dell'umanità, ma se ci dobbiamo affidare solo a quello è come stare in mezzo al deserto con una tanica di benzina in mano.

Anonimo ha detto...

Tancredi stai zitto non capisci niente

Arthur ha detto...

Discorso complesso, le persone che dici tu vedono l'amore come parte di un tutto nel quale si trova intelligenza e stile (coerenza un pò meno) purtoppo però nessuno è perfetto e sbagliano.
Tu preventivando che è possibile sbagliare compi questa operazione di scissione in partenza, cercando di gestire la cosa meglio.

Idealismo o prudenza? A volte vince l'uno a volte l'altra.

Arthur ha detto...

Il prossimo commento lo faccio su Pamela Andersson e sulle sue tette

Tancredi ha detto...

No, Arthur.
Io critico questa scissione.
Le persone che ho menzionato (Paride ed Elena, Lancillotto e Ginevra e altri) vedono da una parte l'amore e dall'altra tutte le meschine e terrene qualità e credono che, in nome dell'amore, possa essere fatta qualsiasi cosa, porcate comprese.
Io critico proprio questa visione dell'amore, una visione che vede due innamorati come scissi da tutto, dalla morale, dalla coerenza, dall'intelligenza, dalle altre persone e dai loro sentimenti, in una visione manichea di seconda mano nella quale solo i due idioti innamorati sono perfetti, mentre tutti gli altri sono moralmente ed emotivamente inferiori e quindi, meritevoli di venir scavalcati nel nome di questo sentimento.
Se non avessoro scisso l'amore dalle altre umane qualità, non avrebbero fatto tutti quei casini per spassarsela.

Io non scindo un bel niente in questo caso, io prendo in considerazione delle persone nella loro unità e, siccome queste persone hanno solo fatto male agli altri in nome di un sentimento che dicono di provare le giudico. E le giudico male, perchè sono state egoiste e stupide.

irezumi ha detto...

E quì prende forma nella sua possenza una delle 'seghe mentali' presenti nella top ten della sottoscritta....
Suà maestà 'amore', come giustamente dite, deve essere un re magnanimo e giusto... perchè se facesse quello che vuole in nome di se stesso sarebbe un tiranno e basta... amare va bene, ma rispettare se stessi, gli altri, l'intelligenza e la cultura è altrettanto importante e potrebbe essere una forma di 'amore', se lo si fa con convinzione.
E' altrettanto giusto dare pari dignità all'odio, non per nulla la migliore sintesi su questi due aspetti portanti della vita dell'uomo, fu fatta dal sommo Catullo: "Odi et amo".... da questo punto di vista sembrerebbero complementari... benchè l'equilibrio sia quasi irrealizzabile.

Si vede che ho finito gli esami! XD

Rufus86 ha detto...

Amore è una cosa,amare è un' altra. Mandare a puttane un regno,un'amicizia,litigare,diventare deficienti,non studiare o rendersi ridicolo davanti agli altri perchè una ragazza ti manda fuori di testa è una cosa. Perdonare,sentir la mancanza,rispettare,voler bene (e chi più ne ha più ne metta) ad una persona senza rompere le palle agli altri e a se stessi è un'altra. L'amore è una cosa bellissima,ma bisogna saperla gestire un pò. Sennò diventa un' infinita rottura di coglioni per il sistema nervoso.

Tancredi ha detto...

Grazie, irezumi. Hai compreso appieno e riassunto alla grande il mio pensiero :-)

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.