Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

martedì 16 ottobre 2007

La Terra di Mezzo e la Terra di Centro.

Sociologi e politici dicono “non esistono più Destra e Sinistra”. In parte vero. Entrambe sono ormai l’ombra di se stesse. Ma un ombra, in questo caso, fa ancora numero in Parlamento. La Destra e la Sinistra ancora ci sono, fidatevi. Sono delle macchiette, delle maschere politiche, incarnano e, specialmente , sbandierano le ideologie che hanno sempre avuto, ma esistono. La Destra resta uno schieramento con idee reazionarie o tutt’al più conservatrici e la Sinistra sfoggia le sue idee utopiche, filantropiche e troppo ottimistiche. Entrambe sono anacronistiche, ma ci sono! Bossi esiste, Bertinotti esiste e finché saranno in vita loro, quelli come loro e quelli che li votano, Destra e Sinistra, anacronistiche o no, ci saranno!

Quelli che restano in sella sono i soliti, quelli che ci sono sempre stati e continueranno a restare a lungo, purtroppo. Quelli di Centro.
Innanzitutto, mettiamo in chiaro una cosa: un Governo di Sinistra VERA (utopica o no) che sia durato più di 5 anni, in Italia non c’è mai stato!
Dai tempi di Cavour, l’Italia non ha mai avuto governi monocolore, ce li ha avuti a pois, tinte stinte, tinte a quadretti, al massimo tendenti al beige.
L’unico che ha tentato di fare un governo a tinta unita, è il caro vecchio Puzzone col Ventennio, ma il nero, anche se snellisce, è meglio usarlo per farci i maglioni, non i Governi.
Per il resto, l’Italia è sempre stata una nazione centrista.
L’essere centrista, non è solo far parte di uno schieramento politico, significa essere una puttana politica, come Pretty woman, “va bene tutto, ma niente baci in bocca”.
E’ una forma di atteggiamento che richiede un abile cinismo, una forte ipocrisia, una predisposizione al mentire, al servilismo, al leccamento di culo al cambiare schieramento nel modo più sfacciato e frequente possibile e specialmente, non può essere adottata da chi ha le palle e una dignità.
E’ il malcostume politico italico, la nostra specialità, al pari della pizza, la Mafia, il mandolino!
Il centrista non si espone mai se non ha il culo parato al 150%, non vuole fare riforme, perché ha paura che qualcuno s’incazzi e se vogliamo evitare che qualcuno s’incazzi in uno stato di 68 milioni di persone, finisce che nessuno fa più niente.
Il centrista non si schiera quando la situazione è incerta, non vota, si astiene, così sembra che fa un piacere a tutti e due gli schieramenti, ma poi va a unirsi al gruppo vincente.
Questa tradizione non si è limitata a colpire solo i politici di Centro, ha contagiato quelli di Destra e Sinistra, che guarda caso, si definiscono Centro-Destra e Centro-Sinistra (anche se spesso sarebbe meglio definirli di Centro direttamente).
Le regole sono le solite: mai esporsi troppo, fare poco, parlare tanto, fare l'indeciso fino all'ultimo, fare finta di darla a tutti e due e poi, gettare la maschera e metterlo al culo di quello che pare sia in svantaggio.
Non è un caso che in ben 2 guerre mondiali, l’Italia sia entrata con un anno di ritardo, dopo aver valutato chi stava per vincere (prendendo un sacco di mazzate nella prima e anche di più nella seconda) e abbia in entrambi i casi infranto gli accordi di alleanza precedentemente stipulati (Triplice Alleanza nella prima e Patto D’Acciaio nella seconda)!

4 commenti:

irezumi ha detto...

Chi ha scritto questo post ha detto quello che penso io ma in maniera molto più convincente di come l'avrei fatto io... complimenti^^

Tancredi ha detto...

Grazie :-D

Doctor Evil ha detto...

Cos'è quella cosa che prende Bloch per non dar di stomaco?

Tancredi ha detto...

Bho?? Dimmelo tu...

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.