Per lamentele, piagnistei, insulti e querele scrivete a tanci86@fastwebnet.it. Mandate anche una mail allo studio legale Culetti&Lopuppa & sons (mail: lopuppa.culetti@libero.it) da oggi anche su Facebook!

Padre, ho peccato: seguo questo blog!

venerdì 17 agosto 2012

Forza Michele!


Ieri sera sono andato a un concerto di Caparezza. Lo ascolto da un po', ma non ero mai andato a  un suo concerto. È stato molto bello. Le sue canzoni mi sono sempre piaciute, anche se conosco meno bene quelle dell'ultimo album e, come avevo sentito da altre persone, lui non si limita a cantare durante i concerti, ma ci sono degli intermezzi impostati come sketch comici fra una canzone e l'altra, condotti proprio da lui.
Molto divertente, lui è davvero un artista a tutto tondo.
La cosa che non sapevo è che i biglietti ai suoi concerti sono ben lontani dalle cifre astronomiche di artisti più noti.
Inizialmente ho pensato che ieri sera fosse un eccezione perché il concerto non era in una grande città (era a Cerveteri, che fra l'altro è una città molto bellina), ma mi hanno detto che in genere i prezzi sono bassi per essere a portata di tutti. Mi sembra quasi superfluo sottolineare che, se devi sperare che qualcuno faccia qualcosa di Sinistra, devi affidarti a un cantante e non a un politico.
È veramente un grande, non solo è bravo, ma è anche coerente e abbastanza umile da fare simili cose.
Molti cantanti famosi ti sfilano più di 50 euro e non solo sono mediocri loro stessi, ma spesso cantano un paio di canzoni e poi si fanno sostituire da qualche schiavetto scalda pubblico perché troppo pigri o troppo vecchi per reggere un concerto serio (lascerò che stavolta i nomi ce li mettiate voi!). Caparezza invece non solo fa canzoni di qualità, ma ne fa tante, conduce in prima persona tutto il programma e prende parte pure alla parte non strettamente musicale.
Lui sì che è un vero artista!
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Nessun commento:

NEL NOME DELL'ODIO

Sano, liberatorio, onesto, politicamente scorretto.
Qualcuno può rompere per gli argomenti che tratto e per come li tratto, ma ci stiamo dimenticando una cosa importante: chi crea un blog può scriverci quello che cazzo gli pare.

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA

QUESTO BLOG NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA
QUINDI NON ROMPETE. GRAZIE.